King's College cerca studenti che assumano cocaina per studio clinico

Non è la prima volta che i media parlano di cocaina e università, ma questa volta non si tratta di spaccio di stupefacenti tra gli studenti. “Cercasi giovani volontari maschi in buona salute, tra i 25 e i 40 anni, per prendere parte ad uno studio clinico che comporterà l’assunzione per via nasale di cocaina”, questo è il testo di un’insolita e-mail ricevuta da centinaia di iscritti del prestigioso King’s College di Londra.

Il messaggio di posta elettronica è stato inviato lo scorso giovedì da un professore e la notizia, dopo essere stata subito diffusa sui social network dagli stessi studenti, è stata rilanciata ieri mattina sul sito web dell’Huffington Post britannico, suscitando incredulità e polemiche. Il King’s College ha fatto sapere attraverso un portavoce che lo studio clinico ha un importante valore scientifico e ha ricevuto tutte le approvazioni necessarie, in particolare quella del London Westminster Research Ethics Committee.

Il testo dell’e-mail ricevuta dagli studenti dell’università londinese è suddiviso in sette sezioni, ciascuna delle quali ha per titolo una domanda. In esso sono spiegati dettagliatamente i requisiti richiesti per poter prendere parte allo studio clinico, cosa viene chiesto di fare ai volontari, quali test saranno effettuati, quanto durerà la ricerca (circa 120 giorni) e chi si occuperà della sua supervisione. In sintesi, i partecipanti all’esperimento del King’s College dovranno assumere cocaina e in seguito saranno sottoposti a una serie di prelievi (di sangue, urine, capelli, sudore e saliva) per studiare la diffusione della cocaina e dei suoi metaboliti nel corpo umano.

Stando al testo riportato dall’Huffington Post, i volontari coinvolti – che dovranno essere in buono stato di forma fisica e non essere (né essere stati) consumatori di droghe – riceveranno anche un compenso commisurato al tempo, alle spese e agli sforzi che dovranno sostenere per partecipare allo studio clinico. Inoltre, nell’e-mail inviata agli studenti si specifica chiaramente che sarà possibile ritirarsi dall’esperimento in qualunque momento. Il King’s College ha infine assicurato che l’assunzione della cocaina e le fasi successive dello studio clinico avverranno sotto il controllo di un medico e che tutti i dati e le informazioni rimarranno in forma anonima e confidenziale.