Crui raccolta fondi Università L'Aquila

Crui raccolta fondi Università L'Aquila

C’è tempo fino al prossimo 5 settembre per sostenere con un contributo, anche piccolo, l’Università di L’Aquila. La Conferenza dei rettori italiani (Crui) ha infatti messo a disposizione un conto corrente proprio con la finalità di raccogliere fondi per sostenere e contribuire alla ricostruzione dell’ateneo distrutto dal sisma che ha colpito la Regione Abruzzo lo scorso 6 aprile.

Fino ad oggi sono già raccolti quasi 450 mila euro, ma l’obiettivo è arrivare ai 500 mila. Nei giorni successivi alla data di chiusura della raccolta fondi la somma ottenuta sarà consegnata al rettore dell’Università de L’Aquila, Ferdinando Di Orio, che comunicherà ufficialmente in che modo sarà investita.

Ad oggi, comunica il Crui, sono più di 40 gli atenei da Udine a Milano fino alle università pugliesi, che si sono lanciate in una gara di solidarietà per aiutare docenti e studenti del polo universitario aquilano in modo che ci possa essere una rapida ripresa dell’attività quotidiana.

La somma raccolta dal Crui non è stata però partecipata solo dagli atenei ma anche da singoli: a dare un piccolo contributo sono stati impiegati, casalinghe, professionisti e studenti di ogni Regione italiana. Per maggiori informazioni occorre andare sul sito del Crui www.crui.it

Raccolta fondi per l’ateneo de L’Aquila, i rettori puntano al mezzo milione