classifica financial times

classifica financial times

L’Università Bocconi di Milano è l’unica tra gli atenei italiani a comparire nella classifica 2010 del Financial Times dedicata alle migliori business school del mondo. Un onore per l’ateneo milanese che però perde quota di diverse posizioni per il secondo anno consecutivo.

All’interno delle due graduatorie incluse nella classifica del Financial Times, infatti – la prima dedicata ai corsi “open”, l’altra a quelli “customised” – la Bocconi si è posizionata stavolta rispettivamente al trentesimo e ventitreesimo posto. Un calo quindi rispetto al 2009 (quando l’ateneo ricopriva venticinquesimo e diciottesimo posto), ma anche rispetto al 2008 (quando ricopriva il diciottesimo e sedicesimo).

Già in classifica insieme al Politecnico di Milano tra le migliori business school europee selezionate sempre dal FT a fine 2009, la Bocconi stavolta è stata superata da atenei non solo europei. A scalzare l’ateneo nei corsi “aperti” ci sono state la Cebis cinese, la brasiliana Fundacao Instituto de Administracao, ma anche la UCLA americana, e l’Università di Toronto. Mentre nella graduatoria dei corsi “su misura” la Bocconi è stata spiazzata dalla IAE argentina, dalla spagnola IE business school, ma anche dalla Northwestern University e dalla Oxford University.

Ai primi posti in classifica nelle due graduatorie ci sono rispettivamente: University of Virginia, Iese business school (Spagna), IMD (Svizzera), Harvard business school, Thunderbird School of Global Management; e Duke Corporate Education, HEC Paris, Esade Business School, Harvard Business School, IMD.