Home News Ammissione università Il 4 Settembre tocca al test di ammissione per le professioni sanitarie:...

Il 4 Settembre tocca al test di ammissione per le professioni sanitarie: modalità della prova e argomenti dei quiz

31

ATTENZIONE: articolo aggiornato alle nuove disposizioni contenute nel D.M. n. 449 del 12 Giugno 2013

Per chi desidera iscriversi ad uno dei corsi di laurea abilitanti all’esercizio delle professioni sanitarie il test di ammissione 2013 si terrà il 4 Settembre. La selezione interesserà tutti coloro i quali ambiscono ad iscriversi ai corsi di laurea triennale relativi alle professioni sanitarie infermieristiche e ostetrica, della riabilitazione, tecniche e della prevenzione. Il numero di posti disponibili sarà specificato nei singoli bandi emanati da ciascun ateneo.

Il test di ammissione per le professioni sanitarie 2013 inizierà alle 11.00 in tutte le sedi. I candidati avranno a disposizione 100 minuti per completare lo svolgimento della prova, che quest’anno prevede 60 domande a risposta multipla. Tra le cinque opzioni fornite ciascun partecipante è chiamato a scegliere l’unica corretta. Il test conterrà cinque quesiti di cultura generale, venticinque di ragionamento logico, quattordici di biologia, otto di chimica e otto di fisica e matematica.

Il punteggio della graduatoria di merito sarà determinato da quello riportato nella prova, al quale potrà aggiungersi un bonus (il cosiddetto ‘bonus maturità’) da 1 a 10 punti nel caso in cui il candidato abbia ottenuto un voto di diploma di almeno 80/100. Ciascuna risposta esatta permetterà di totalizzare 1,5 punti, per le risposte non date se ne otterranno 0 e per quelle errate meno 0,4.

Per superare il test di ammissione per le professioni sanitarie 2013 occorrerà essere preparati sugli argomenti specificati nell’allegato al decreto ministeriale n. 449 del 12 Giugno scorso. La parte di cultura generale si baserà su domande idonee a verificare la conoscenza di nozioni che si ritiene debbano far parte del bagaglio di quanti hanno completato il ciclo di istruzione secondaria superiore. Quella di ragionamento logico, invece, consisterà nella soluzioni di quesiti che, a partire dalla lettura di testi di saggistica scientifica, narrativa di autori classici e moderni o di attualità, prevedono il completamento di un ragionamento in modo coerente con le premesse.

La sezione di biologia del test di ammissione per le professioni sanitarie 2013 si incentrerà sulla chimica dei viventi, la cellula, la bioenergetica, la riproduzione e l’ereditarietà, la fisiologia e l’anatomia degli animali e dell’uomo. Per rispondere alle domande di chimica sarà necessaria una buona conoscenza in merito a costituzione della materia, struttura dell’atomo, sistema periodico degli elementi, legame chimico, fondamenti di chimica inorganica, reazioni chimiche e stechiometria, soluzioni, ossidazione e riduzione, acidi e basi, fondamenti di chimica organica.

Da ultimo, i quesiti di fisica e matematica del test di ammissione per le professioni sanitarie 2013 si concentreranno su: misure, cinematica, dinamica, meccanica dei fluidi, termologia e termodinamica, elettrostatica ed elettrodinamica, insiemi numerici e algebra, funzioni, geometria, probabilità e statistica.

Clicca qui ed esercitati per il test di ammissione per le professioni sanitarie con le simulazioni di Universita.it

31 Commenti

  1. Ciao a tutti ragazzi, vi scrivo qui perché non ho trovato informazioni da nessuna parte.. voi sapete più o meno il punteggio minimo per entrare a logopedia a Milano? Genova? Parma?

  2. Non c’è un numero minimo di domande, l’importante è ottenere almeno 20 punti. Poi, ovviamente, per essere ammessi è necessario piazzarsi in una posizione utile in graduatoria.

  3. Scusate, ma i punteggi bonus da 1 a 10 per il voto di maturità sono validi solo per chi ha fatto la maturità quest’anno, ovvero l’anno 2012/2013? Oppure è un bonus valido per tutti (per assurdo, anche ad un ragazzo che prova il test e si è diplomato nel 1998, purchè abbia conseguito un voto fra l’80 e il 100 e lode), a prescindere dal liceo che ha fatto e dall’anno in cui si è diplomato?

  4. Per il momento non è stato comunicato nulla in proposito. Per informazioni più dettagliate, il consiglio è quello di contattare la segreteria dell’ateneo prescelto.

  5. ciao qualcuno sa dirmi se esiste una data certa di pubblicazione degli esiti del test d’ammissione?

  6. ciao, qualcuno mi puo indicare dove trovare i libri per prepararsi al test per professioni sanitarie? grazie

  7. Per caso qualcuno sa quando scade la domanda d’iscrizione al test d’ingresso per le professioni sanitarie all università di catania? grazie in anticipo =)

  8. Come è scritto nell’articolo, quest’anno ” Il test conterrà cinque quesiti di cultura generale, venticinque di ragionamento logico, quattordici di biologia, otto di chimica e otto di fisica e matematica”.

  9. ma visto che da quest’anno le domande sono 60,qualcuno di voi sa per caso come sono strutturate?? nel senso quante domande saranno di cultura generale? quante di logica? quante di chimica? quante di fisica? quante di matematica??

  10. Per caso sa quando scade la domanda d’iscrizione al test d’ingresso per le professioni sanitarie? Avevo sentito dire 6 agosto ma non ne sono sicura… Grazie 🙂

  11. qualcuno mi può aiutare a fare l’iscrizione al test , per l’università di firenze ?! grazie

  12. Sì, le domande saranno scelte dal singolo ateneo, anche se gli argomenti dovranno essere tra quelli indicati dal MIUR.

  13. Per quanto riguarda l’università di Ostetricia, per l’iscrizione e l’esame di ammissione, bisogna pagare ??

  14. Scusate ma il bando per le ammissioni ?? Dove bisogna preiscriversi ?! Sono interessato a quello di Bologna /Ravenna /Rimini

  15. Scusate ma in giro ho sentito che il bando, per presentare la domanda di accesso ai test,scade domani 4 Luglio, ma non riesco a trovare da nessuna parte qualcosa (bando, info) che mi spieghi come si ci iscrive. Sono interessato alla FEDERICO II(napoli) e SUN (CAserta). Qualcuno può aiutarmi?!

  16. Sì, Alice, i contenuti della prova saranno quelli indicati. A differenza di quanto avviene per Medicina e Odontoiatria, Veterinaria e Architettura – per le quali la prova è unica su tutto il territorio nazionale (quindi le domande sono identiche in tutti gli atenei) – per le Professioni sanitarie le singole università decidono in autonomia quali domande porre ai candidati, ma gli argomenti devono essere scelti tra quelli specificati dal MIUR negli allegati al decreto del 24 Aprile scorso.

    Spero di esserti stata utile.

  17. Scusate, ma siete sicuri che siano così strutturate?
    Perché, da quanto ho letto, ho capito che hanno modificato solo quello di medicina, veterinaria ed architettura, mentre per le scienze infermieristiche saranno le singole università a gestirsi per le domande.. Grazie in anticipo;)

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento qui
Inserisci il tuo nome qui