letsapp 2018

Sono aperte le iscrizioni a LetsApp 2018, progetto che si propone di insegnare agli studenti delle scuole superiori a creare app per dispositivi Android. Il futuro, del resto, sarà sempre più all’insegna delle tecnologie digitali e possedere competenze specifiche in questo settore è quanto mai cruciale. Ne è ben consapevole il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), che in collaborazione con Samsung Electronics Italia lancia la seconda edizione del progetto che punta proprio alla formazione dei giovani ispirandosi al modello del learning by doing.

LetsApp 2018 è un concorso finalizzato a trasformare gli studenti da semplici fruitori di app in creatori e si rivolge anche a chi non ha familiarità con la programmazione. Nell’ambito dell’iniziativa, infatti, i ragazzi potranno seguire un corso di formazione teorica online propedeutico al lavoro pratico nel quale si cimenteranno.

A chi è rivolto LetsApp 2018

Il progetto LetsApp 2018 si inserisce nell’ambito del progetto sperimentale “IoStudioLAB”, avviato da IoStudio, la Carta dello Studente. I destinatari sono, pertanto, i ragazzi iscritti alle scuole secondarie di secondo grado sia statali che paritarie. Grazie al prezioso contributo di Samsung Electronics Italia, che curerà i contenuti di una piattaforma di e-learning dedicata al progetto, possono prendere parte a LetsApp 2018 tutti coloro che desiderano raccogliere questa sfida creativa, non solo chi è già dotato di specifiche competenze tecniche.

I contenuti curati dai professionisti di Samsung, infatti, consentiranno di acquisire competenze relative al coding e al pensiero computazionale. Ma non solo. Le lezioni guideranno gli studenti anche all’acquisizione di competenze trasversali in merito a imprenditorialità, problem solving e cyber-education, applicabili a qualsiasi tipo di percorso lavorativo o formativo post-diploma che si deciderà di intraprendere.

Mediante la piattaforma gli studenti potranno anche verificare i propri risultati. Durante il corso, suddiviso in 10 moduli per una durata complessiva di 35 ore, infatti, saranno somministrati dei test. Chi supererà la prova finale con almeno 14 punti su 20 riceverà il titolo di “LetsApp Champion” e potrà costituire un gruppo assieme ai propri compagni per sviluppare un’app.

Come partecipare

Per prendere parte a LetsApp 2018 è necessario registrarsi alla piattaforma https://letsapp.it/ e completare il percorso formativo entro il 13 giugno 2018. Le scuole potranno presentare uno o più gruppi di progettazione, ciascuno dei quali formato da non più di 5 studenti e coordinato da un docente.

Sempre entro il 13 giugno 2018  dovranno essere inviati anche i progetti. Per farlo si potrà usare l’apposito modulo che verrà reso disponibile all’interno del Portale dello Studente “IoStudio”, oppure la posta ordinaria. I gruppi che intendono partecipare a LetsApp 2018 dovranno realizzare una presentazione (testuale o in Power Point) modellata secondo i canoni di un business plan. Dovranno essere indicati motivazioni della scelta progettuale, finalità, punti di forza del progetto e punti salienti di un ipotetico piano di comunicazione e di digital marketing. Si dovrà realizzare anche la bozza di piano di comunicazione mirato alla diffusione dell’app.

Oltre alla presentazione, è richiesto lo sviluppo di un prototipo dell’app in linguaggio Android o un MockUp funzionante (User Interface), che ne faccia comprendere il funzionamento attraverso immagini. È possibile presentare anche un video illustrativo del funzionamento.

Selezione dei progetti e scelta dei vincitori

I progetti saranno valutati da una commissione esaminatrice appositamente composta per LetsApp 2018. Ne faranno parte membri del MIUR e di Samsung Electronics Italia. Tra tutte le proposte pervenute saranno scelte le 5 migliori, le quali parteciperanno a una hackathon finale al termine della quale sarà decretato il vincitore. Il gruppo che si aggiudicherà il primo posto potrà visitare il campus Samsung in Corea e ricevere ulteriori 5 giorni di formazione a contatto con gli esperti digital di Samsung. I secondi, terzi, quarti e quinti classificati riceveranno, invece, dotazioni tecnologiche Samsung.