Home Orientamento Laurea Laurea in Architettura

Laurea in Architettura

Per diventare i Calatrava, i Le Corbusier o i Piano del futuro, esistono ben 35 università in Italia che prevedono nel piano didattico la Laurea in Architettura, tra cui i celeberrimi IUAV (Istituto Universitario di Architettura di Venezia) e Valle Giulia, la facoltà di Architettura dell’Università La Sapienza di Roma.

L’offerta formativa in Architettura è distribuita in tutta Italia. Facoltà di Architettura o Ingegneria Edile-Architettura si trovano anche a Salerno, CataniaSassari.

Sicuro di superare la prova ammissione? Prova subito il test di ammissione

Gli studenti che frequentano  un corso di laurea in Architettura studiano la storia dell’architettura e dell’edilizia, ma imparano anche a progettare case, palazzi, paesaggi, giardini, spazi pubblici e privati, ambienti interni ed esterni. Inoltre, acquisiscono conoscenze sulla fattibilità tecnica ed economica dei progetti e soprattutto su tutti gli aspetti connessi alla sicurezza degli edifici.

Per poter iscriversi alla facoltà di Architettura bisogna superare un test per il quale sono richieste nozioni di matematica, geometria, fisica, informatica. Per prepararsi si può comprare un manuale per esercitarsi oppure partecipare ad un corso di preparazione ai test d’ammissione universitari.

Sono quattro i percorsi formativi comuni della Laurea in Architettura: architettura, urbanistica, conservazione dei beni architettonici, restauro.

Il primo percorso forma i futuri architetti, che organizzeranno lo spazio in cui viviamo e si occuperanno principalmente della costruzione di immobili. Il ramo urbanistico permette, invece, di acquisire una visione allargata sulla città e il territorio nel quale essa è inserita e di imparare a pianificarli. Gli ultimi due percorsi formativi sconfinano nell’arte: uno prepara alla gestione dei beni architettonici nazionali e internazionali, l’altro è dedicato all’apprendimento delle tecniche di restauro degli edifici.

Naturalmente un ambito così tecnico non può che essere supportato da un’adeguata pratica. I Corsi di Laurea in Architettura prevedono, infatti, anche laboratori, visite a cantieri, esercitazioni su rilievi, progettazione di edifici e paesaggi, nonché attività professionali presso studi di architettura ed enti pubblici.

Gli sbocchi lavorativi del laureato in Architettura sono numerosi e prevedono l’iscrizione ad un albo professionale, da ottenere attraverso un esame di stato. Una volta terminato il percorso di studi si può svolgere la propria attività professionale presso studi di architettura, diventare urbanista, partecipare al restauro di monumenti, ma anche lavorare in aziende private nella progettazione di negozi e prodotti industriali.

Ecco nel dettaglio dove prendere una laurea in Architettura:

Sei in grado di rispondere?

Prova il test di ammissione di architettura e metti alla prova le tue abilità, oppure vai all'elenco dei test di ammissione gratuiti.

2 Commenti

  1. Con preghiera di massima diffusione

    Università Iuav di Venezia

    SIMP – Società Italiana di Mineralogia e Petrologia

    Presentano il “Corso Breve di Formazione Professionale”

    I MATERIALI DEL COSTRUITO STORICO: LORO DEGRADO E CONSERVAZIONE

    Venezia, Università Iuav, Palazzo Badoer, 24-25 Novembre 2016

    12 Crediti Formativi Professionali per Architetti
    14 Crediti Formativi Professionali per Geologi

    Autorizzato da

    Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori
    Consiglio Nazionale dei Geologi

    Chiusura iscrizioni: 16 novembre 2016

    info-contatti: Tel. 0412571463 – 0412571505 – 3383562780 / email: lama@iuav.it

    Con preghiera di massima diffusione

    Immagine incorporata 1

    Programma

    Giovedì 24 novembre

    09.30 – 11.00: Pietra da taglio e sue proprietà

    11.30 – 13.00: Il deterioramento fisico-chimico dei materiali lapidei

    13.00 – 14.30: Pausa pranzo

    14.30 – 16.00: La diagnostica preliminare al restauro

    16.30 – 18.00: Il consolidamento e la protezione delle superfici lapidee

    Venerdì 25 novembre

    09.30 – 11.00: I laterizi, loro deterioramento e consolidamento

    11.30 – 13.00: I rivestimenti: intonaci storici

    13.00 – 14.30: Pausa pranzo

    14.30 – 16.00: Tecnologia del vetro architettonico: vetrate e mosaico

    16.30 – 18.00: Deterioramento e conservazione del vetro architettonico

    Obiettivi del corso

    Negli ultimi anni si è verificata una forte domanda, sia pubblica che privata, di figure specializzate nella conservazione del patrimonio edilizio monumentale, cui, da più parti, sono giunte risposte settoriali e spesso inadeguate. In antico era proprio una scienza multidisciplinare (che oggi diremmo fatta di solide nozioni di architettura, litologia, geologia, scienza dei materiali e ingegneria) che caratterizzava il sapere della tradizione e connotava i “lavori a regola d’arte” in cantiere. Gli architetti, i tecnici (e le maestranze) coinvolti nelle fabbriche erano innanzitutto degli ottimi conoscitori dei materiali che si apprestavano a utilizzare per realizzare i propri progetti. Il recupero di questa conoscenza specifica dei materiali del costruito, così come la capacità, da un lato, di valutarne l’adeguata destinazione d’uso in funzione delle caratteristiche mineralogico-petrografiche e chimico-fisico-meccaniche, dall’altro, di saperne ragionevolmente prevedere il comportamento nel tempo e nei confronti degli agenti del degrado, consentiva ieri, e consentirebbe oggi, di avere una cura più attenta del patrimonio che ci è stato tramandato.
    Per questo, il Laboratorio di Analisi dei Materiali Antichi (LAMA) dell’Università Iuav di Venezia e la Società Italiana di Mineralogia e Petrologia (SIMP) si fanno promotori del corso breve “I materiali del costruito storico: loro deterioramento e conservazione” rivolto sia a chi già opera nel campo del restauro monumentale e del recupero edilizio (architetti, geologi applicati, ingegneri, chimici, restauratori, funzionari di Soprintendenze, Regioni, Comuni, ecc.), sia a coloro che vogliono dedicarvisi ex novo. Il corso fornirà le informazioni essenziali e più aggiornate sulle proprietà intrinseche, il deterioramento e la conservazione dei materiali lapidei (pietre e marmi), litoidi (cotti e malte) e vitrei (vetrate e mosaico) in uso nei monumenti. Esso sarà tenuto da docenti universitari e riconosciuti specialisti del settore e dà diritto a 12/14 Crediti Formativi Professionali.

    Docenti

    Mario Piana, docente ICAR/19, titolare della cattedra di Restauro nell’Università Iuav di Venezia; Proto della Basilica di San Marco in Venezia; già Soprintendente reggente ai Beni Ambientali e Architettonici di Venezia

    Lorenzo Lazzarini, già docente GEO/09 nell’Università Iuav di Venezia; Socio effettivo dell’International Institute for Conservation di Londra; Socio effettivo dell’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti

    Fabrizio Antonelli, docente GEO/09, direttore scientifico dei laboratorî “LAMA-LabCoMaC” e titolare degli insegnamenti di “Petrografia Applicata” e “Georisorse minerarie e applicazioni minero-petrografiche per i beni culturali e l’ambiente” nell’Università Iuav di Venezia

    Marco Verità, già responsabile di ricerca presso la Stazione Sperimentale del Vetro di Murano (VE); membro di importanti organismi e associazioni del settore vetrario (AIHV, ICG, ESG), docente incaricato presso le Università Cattolica di Milano e Ca’ Foscari di Venezia

    Elena Tesser, ricercatrice CHIM/12, Chimica dell’ambiente e dei beni culturali in servizio presso il LabCoMaC – Laboratorio per la Conservazione dei Materiali da Costruzione dell’Università Iuav e docente di “Metodi analitici applicati allo studio dei materiali antichi” nell’Università Cà Foscari di Venezia

    Segreteria Iscrizioni

    L’iscrizione al corso è limitata a 80 posti e prevede il pagamento di una quota di Euro 390 mediante bonifico bancario (Iban: IT36D0503402071000000020500 – Causale: LAMA – corso breve). Il responsabile del corso è il Dr. Fabrizio Antonelli (fabria@iuav.it), DACC, Università Iuav di Venezia, a cui va inviata notifica di iscrizione (copia ricevuta bancaria).

    Segreteria: Tel. 0412571463/39 – 0412571505 – 3383562780 / lama@iuav.it

  2. Ciao,

    Sono uno studente irlandese e mi interresa a studiare in Italia. Sto cercando informazioni sulle scuole in Italia.

    grazie,
    Fiachra

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento qui
Inserisci il tuo nome qui