Home News Ammissione università Test d’ammissione a Medicina 2017, domani la prova per i 67mila aspiranti...

Test d’ammissione a Medicina 2017, domani la prova per i 67mila aspiranti camici bianchi

0

Saranno poco meno di 67mila gli studenti che domattina, a partire dalle 11.00, si cimenteranno nella risoluzione dei quesiti del temuto e molto atteso test d’ammissione a Medicina 2017. La prova decreterà chi potrà immatricolarsi per quest’anno accademico ai corsi di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi dentaria. I posti in palio saranno 9.100 per i futuri medici e 908 per i dentisti.

L’inizio della prova scatterà simultaneamente in tutte le sedi autorizzate dal MIUR. Il test d’ammissione a Medicina 2017 conterrà 60 quesiti a risposta multipla, ai quali i candidati proveranno a rispondere correttamente scegliendo una delle cinque possibili opzioni presentate. Il tempo massimo entro il quale completare la prova è pari a 100 minuti.

Le immatricolazioni autorizzate dal MIUR per l’anno accademico 2017-2018 sono in numero superiore rispetto al passato. Nonostante questo, le polemiche sull’accesso programmato e sui suoi effetti non mancano. Nel solco di quanto avvenuto negli anni passati, anche in occasione del test d’ammissione a Medicina 2017 si vigilerà sul regolare svolgimento della prova. L’UDU ha già pubblicato, come è ormai tradizione, un vademecum online nel quale sono spiegate nel dettaglio le procedure alle quali la commissione dovrà attenersi, per evitare eventuali ricorsi. Nella “Guida al test sicuro” sono indicate anche le possibili cause di annullamento dell’intero test d’ammissione a Medicina 2017, nonché le tempistiche entro le quali si può effettuare il ricorso contro l’esito della prova e la graduatoria d’ammissione che da esso deriverà.
Mentre il countdown verso il test d’ammissione a Medicina 2017 si fa sempre più vicino, è bene ricordare che non sarà solo la prova di domani a tenere col fiato sospeso coloro che sognano di vestire un giorno il camice bianco. Per i candidati, infatti, l’ansia e l’incertezza si protrarranno fino al momento della pubblicazione dei risultati, prevista per il 19 settembre, e della graduatoria nazionale, che sarà resa nota il prossimo 3 ottobre. Solo a partire da quest’ultima data il quadro diverrà più chiaro, anche se i più saranno costretti ad avere ancora pazienza e attendere gli scorrimenti che decreteranno l’assegnazione dei posti nelle varie sedi.

In attesa dell’ora X, esercitati con le simulazioni gratuite dei test d’ammissione di Universita.it

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento qui
Inserisci il tuo nome qui