Home News Cronaca Gli studenti e i ricercatori: “il ddl Gelmini non è emendabile”

Gli studenti e i ricercatori: “il ddl Gelmini non è emendabile”

1
ddl gelmini commissione cultura

Si è discussa ieri alla Camera in Commissione Cultura la riforma dell’Università, con la partecipazione delle associazioni universitarie tra cui Link -coordinamento universitario, l’Unione degli Universitari e l’associazione dei dottorandi italiani, in forte opposizione con la prevedibile prossima approvazione del ddl.


“Il disegno di legge non è emendabile“, tuona Link, rappresentato da Ricci, portavoce del coordinamento, che ha avuto il compito di esporre un documento di “contro-riforma” chiamato appunto “Altra riforma”.

La commissione VII Montecitorio ha visto dunque alzarsi forti critiche non solo dalle associazione degli studenti universitarie, che seppur in pochi e precisi punti possano essere in linea con la riforma, nella sostanza accusano un cambiamento nullo, come nel caso del mandato dei Rettori, della durata massima di 4 anni rinnovabile per due volte, arrivando così fino ad 8.

E’ poi la volta dei dottorandi e dei ricercatori, schierati senza esclusione di colpi contro un provvedimento “che non serve a risolvere i veri problemi del sistema universitario italiano e non prende in considerazione l’attuale situazione dei ricercatori strutturati, andando verso un sistema ingestibile per i prossimi anni”.

Una riunione, quella sul disegno di legge Gelmini, liquidata con rapidità e poca attenzione alle parti, è l’opinione dell’Udu, che denuncia “con questo metodo il Governo ha intenzione di approvare un ddl che scardinera’ l’intera architettura del sistema universitario”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 commento