Home News Classifica università La Bocconi eccelle nella classifica Censis area Economia e Statistica atenei privati...

La Bocconi eccelle nella classifica Censis area Economia e Statistica atenei privati 2017

0

Per la classifica Censis area Economia e Statistica atenei privati 2017 non ci sono dubbi: i migliori corsi di laurea triennale delle classi di Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale (L-18), Scienze Economiche (L-33) o Statistica (L-41) offerti da un’università non statale sono quelli della Bocconi. La rinomata università milanese si è piazzata nuovamente al primo posto della graduatoria. E questa volta ha raggiunto la perfezione. Il punteggio medio totalizzato è, infatti, pari a 110 su 110, poiché sia per la progressione di carriera degli studenti sia per i rapporti internazionali le è stato attribuito dall’istituto di ricerca socioeconomica il massimo dei voti.

Il secondo posto della classifica Censis area Economia e Statistica atenei privati 2017 va, invece, alla LIUC. L’università di Castellanza ha incrementato la propria media di 0,5 punti rispetto al 2016, ottenendo un ottimo 101 su 110, ed è riuscita a sopravanzare la Libera Università di Bolzano, che scende in terza posizione con 100,5 punti (-2 rispetto alla scorsa edizione). La LIUC ha totalizzato 104 su 110 per la progressione di carriera e 98 per i rapporti internazionali, mentre l’ateneo altoatesino ha avuto 101 su 110 nel primo indicatore e un rotondo 100 nel secondo.

La LUISS continua a essere penalizzata dai rapporti internazionali, ai quali nella classifica Censis area Economia e Statistica atenei privati 2017 sono stati assegnati solo 79 punti. Non basta l’eccellente 110 su 110 per la progressione di carriera a riscattare una media che ammonta a 94,5 e vale all’università capitolina solo il quarto posto. Alle spalle della LUISS, con un punteggio medio di 90,5 si è piazzata la Cattolica, nuovamente quinta, mentre al sesto posto si mantiene stabile l’Università della Valle d’Aosta, che incrementa di 5,5 punti la propria media e tocca quota 90. Cresce di 4,4 punti anche il punteggio dell’Università Europea di Roma (84,5), ma questo non è sufficiente a scalare posizioni in graduatoria e l’ateneo si conferma settimo. In ottava posizione c’è una delle poche novità della classifica Censis area Economia e Statistica atenei privati 2017: la LUMSA recupera un posto e si stacca dal terzetto di coda, grazie a una media passata da 77,5 a 79,5 nel corso degli ultimi dodici mesi.

La terzultima in graduatoria questa volta è la UNINT (ex LUSPIO), che pur non cambiando punteggio rispetto all’anno precedente, nella classifica Censis area Economia e Statistica atenei privati 2017 riesce a guadagnare una posizione. Di pari entità è l’ascesa dell’Università “Kore” di Enna, adesso penultima, grazie al miglioramento di 1,5 punti che l’ha portata a un punteggio medio pari a 69,5. All’ultimo posto, infine, c’è la LUM di Casamassima (BA), che a causa del crollo della propria media (-10 punti rispetto al 2016), precipita di tre posizioni, fermandosi a 69 punti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento qui
Inserisci il tuo nome qui