Roberto Saviano

Roberto Saviano conclude domani il suo semestre di docenza alla New York University con una lezione e conferenza stampa su Italia e Usa e reciproche prospettive sulla crisi economica: il titolo in inglese è “Italy and the U.S.: two perspectives on the crisis”. Assieme all’autore di Gomorra ci sarà l’economista e docente dell’ateneo newyorkese Nouriel Roubini e a moderare l’incontro sarà Ruth Ben-Ghiat, direttrice del Department of Italian Studies della New York University.

L’incontro (in basso il video con cui Saviano invita a partecipare) si terrà alle 19 ora locale presso la Stern School of Business dell’ateneo, al Paulson Auditorium del Tisch Building: le iscrizioni all’evento sono già concluse e nell’invito è specificato che nella sala non sarà possibile entrare con pacchi al seguito e saranno possibili ispezioni alle borse.

Dallo scorso mese di giugno Roberto Saviano, che oggi ha salutato con soddisfazione l’arresto del super latitante Michele Zagaria a Casapesenna, nel casertano, ha insegnato a un seminario post laurea sul crimine organizzato internazionale entrando in contatto con il corpo docente e con gli studenti della New York University: un’esperienza che lo scrittore definisce indimenticabile.

La permanenza negli Stato Uniti è stata favorita dal contributo di “Scholars at risk“, organizzazione che raggruppa diverse realtà del mondo accademico schierate in difesa della libertà di pensiero e al fianco degli intellettuali che nei loro Paesi d’origine rischiano la vita per la loro attività.

Al termine dell’esperienza di insegnamento universitario, Saviano ha espresso gratitudine nei confronti dell’ateneo della Grande Mela che gli ha dato la possibilità anche di fare ricerca e approfondimento negli Stati Uniti, accogliendolo con discrezione nonostante le difficoltà oggettive, ma ha anche espresso soddisfazione per aver fatto da docente a studenti di origini e culture diverse, che lo hanno sorpreso per l’interesse manifestato nei confronti del tema delle mafie globali.

Lo scrittore italiano, che di recente si è anche recato in visita agli attivisti di Occupy Wall Street, è stato presentato nell’invito all’evento conclusivo del suo corso come giornalista noto per il romanzo “Gomorra” e la raccolta di scritti e video “Vieni via con me”.