uomo non tradisce con compagna di un amico

Lui, lei, l’altra. L’uomo, si sa, è cacciatore e la sua tendenza all’infedeltà è ormai stata confermata da statistiche e sondaggi. E non è raro, poi, che il tradimento avvenga con la migliore amica della propria compagna. Le cose pare cambino, però, completamente quando l’altra c’è la moglie o la compagna di un amico di lui, portando il maschio alla perdita della sua propensione alla scappatella.

La questione è stata oggetto di studio da parte di un gruppo di ricercatori dell’Università del Missouri secondo i quali ciò non sarebbe dovuto a uno scrupolo nei confronti dell’amico, bensì il risultato di una mera risposta biologica. Gli scienziati hanno infatti dimostrato che nel maschio si ha un netto calo dei livelli di testosterone quando si trova a interagire con la compagna o con la moglie di un amico. Di contro, i livelli dell’ormone maschile in genere aumentano quando il soggetto ha a che fare con un potenziale partner sessuale o con la donna di un “nemico”.

Gli uomini hanno molte possibilità di mirare alla compagna di un amico ma le proposte concrete di tradimento sono, rispetto alle occasioni, relativamente rare. I risultati ottenuti nel corso dello studio suggeriscono che “le menti degli uomini si sono evolute per favorire una situazione in cui siano rispettati i legami di coppia stabiliti dagli amici” spiega Mark Flinn, professore di Antropologia presso la Facoltà delle Arti e delle Scienze dell’ateneo statunitense.

La ricerca, pubblicata sulla rivista Human Nature, suggerisce dunque che l’uomo ha una tendenza favorire l’equilibrio della propria cerchia. Un istinto atavico, resosi necessario tra le prime comunità umane per preservare la stabilità delle famiglie che ne facevano parte e che si è evoluto nel corso del tempo fino ad assumere l’aspetto riscontrato dai ricercatori statunitensi. Occhio, però: il vostro uomo forse non vi tradirà con la compagna del suo amico, ma c’è sempre il pericolo che lo faccia con la vostra migliore amica.