universita usa corsi coltivazione marijuana

Un corso sulla marijuana all’università? Negli USA non è più impossibile. Per molti studenti la cannabis è una vecchia conoscenza, ma – per ovvie ragioni – fino ad oggi la sua presenza nei college era sempre stata clandestina. Adesso, invece, dopo i risultati del referendum sul suo uso a scopo ricreativo tenutosi in Colorado e nello Stato di Washington, la cannabis si conquista un posto anche nei piani di studio.

La Humboldt State University, in California (dove l’impiego della sostanza a fini medici è legalizzato), è stata una delle prime a dare spazio alla marijuana, inaugurando addirittura un istituto di ricerche dedicato alla cannabis. Inoltre, undici docenti dell’ateneo sono attualmente all’opera per integrare lo studio della marijuana dal punto di vista economico, politico e sociologico nei piani didattici dei vari corsi di laurea. Le lezioni tenute all’università – che ha sede ad Arcata, zona molto ricca di piantagioni di canapa indiana – riguarderanno diversi aspetti legati alla coltivazione e all’utilizzo di questa pianta: dalla sua influenza sulla flora e la fauna locale ai fertilizzanti più appropriati, fino alle sue proprietà terapeutiche.

Tra le iniziative nate sull’onda del successo del referendum in Colorado c’è anche quella di un giovane agricoltore, Matt Jones, che proprio in questo Stato ha istituito la THC University. Lo scopo della “scuola professionale” – il cui nome gioca con la sigla che identifica il tetraidrocannabinolo, la sostanza psicoattiva contenuta nella marijuana, ma in realtà sta per ‘The Herbal Collective’ – è quello di insegnare a coltivare correttamente la canapa indiana, visto che d’ora in poi ciascun abitante del Colorado potrà detenere legalmente fino a sei piantine. Le lezioni dell’università partiranno il prossimo 9 Febbraio a Denver.

Intervistato dalla rete locale 9News, Jones ha così spiegato le ragioni che lo hanno spinto a lanciare un’università con corsi dedicati alla coltivazione della marijuana: “Un sacco di gente pensa che basta prendere i semi e piantarli, ma non è così. Innanzitutto devi scegliere le varietà, e ce n’è abbondanza sul mercato. Decidere se le vuoi mettere in terra o seguire una coltura idroponica. Se vuoi ottenere un prodotto organico. Le lezioni servono a questo”. I corsi della THC University sono di diversi tipi e di varie durate. Quelli per diventare “Associato” impegnano gli studenti per una sola giornata, mentre il “Baccalaureato” (che dà un diploma a stampa) offre agli studenti anche un’assistenza 24 ore su 24 sette giorni su sette. Infine, il “pacchetto Masters” garantisce, oltre alle lezioni, tutto il necessario per cominciare la coltivazione della cannabis.