Atenei Sudamerica

Il mese scorso i vertici delle università del Sud America si sono riuniti in Colombia per lanciare un progetto finalizzato a promuovere lo sviluppo dell’istruzione superiore. Gli studenti latino-americani che entreranno all’università nel prossimo anno accademico inizieranno a vedere i cambiamenti.

Il progetto, che durerà tre anni per un valore di 3,5 milioni dollari, si chiama Alfa Puentes ed è finanziato dal consorzio e dall’Unione Europea. Il suo obiettivo è volto in gran parte a indurre partenariati di istruzione superiore e scambi tra i Paesi dell’America latina e le regioni europee, nel rispetto del Processo di Bologna in Europa, che è stato lanciato nel 1999 con l’obiettivo di favorire la convergenza dei sistemi universitari di diversi Paesi.

“Per lo studente medio significa beneficiare di un miglioramento della qualità dell’apprendimento e degli scambi internazionali, realizzati attraverso una maggiore cooperazione istituzionale”, ha detto Michael Gabel, responsabile della Higher Education Policy Unit e coordinatore del progetto per l’European University Association (Eua), che rappresenta 800 istituti. “Nell’ambito del progetto stiamo collaborando con le associazioni universitarie nazionali e regionali, da un lato per contribuire allo sviluppo della politica e, dall’altro, per comunicare e implementare i risultati alle istituzioni nel loro Paese o regione”.

L’idea di Alfa Puentes è emersa un decennio fa, quando la Latin American Common (Lac) Higher Education Area e la Eu-Lac Common Higher Education and Knowledge Area sono riapparse nel programma dell’Unione Europea. L’impegno politico è basato sullo scambio di conoscenze e di iniziative di partenariato tra istituti di istruzione superiore in entrambe le regioni. Attraverso il progetto, con incontri e piani d’aggiornamento regolari, si perseguirà l’obiettivo della costituzione di un nuovo sistema di istruzione latino-americana.

Primo step, un sondaggio proposto alla dirigenza universitaria degli atenei sudamericani che fornirà dati comparabili su come le università stanno attualmente affrontando le questioni relative all’apprendimento e all’insegnamento, la ricerca, la mobilità e l’internazionalizzazione, la qualità e la governance.