università di Pisa

L’Università di Pisa, fondata nel 1343, è il vertice di un ideale “triangolo della cultura” del capoluogo toscano, che poggia sulla celebre Scuola Normale e  sulla Scuola Superiore, con le quali l’ateneo intrattiene strette relazioni culturali. L’offerta formativa dell’Università di Pisa è orientata principalmente – ma non esclusivamente – alle materie scientifiche, con un’ampia scelta di facoltà: agraria, economia, farmacia, giurisprudenza, ingegneria, lettere e filosofia, lingue e letterature straniere, medicina e chirurgia, veterinaria, scienze matematiche, fisiche e naturali e scienze politiche. Sedi distaccate dell’Università di Pisa sono presenti a Livorno, Pontedera, Lucca, Viareggio, Volterra, La Spezia e Cecina.

In aggiunta ai tradizionali sbocchi post laurea, costituiti da master, dottorati di ricerca, corsi di perfezionamento e scuole di specializzazione, l’Università di Pisa organizza, per tutti gli studenti a partire dal primo anno in poi, dei percorsi di eccellenza, specifici per ciascun corso di studio, che offrono attività formative aggiuntive (insegnamenti, seminari, tirocini o altro) e rilasciano un attestato, da “allegare” alla laurea, che certifica il conseguimento del titolo con percorso di eccellenza. Sul fronte del job placement l’ateneo promuove attività di orientamento al lavoro, presentazioni aziendali, organizzazione di stage e tirocini e attività di spin off.

L’ente regionale per il diritto allo studio universitario gestisce nella provincia pisana diverse centinaia di alloggi assegnati annualmente a borsisti e studenti paganti, che potranno impiegare il tempo libero nelle moltissime attività sportive e culturali che l’Università di Pisa organizza: l’ateneo dispone di squadre sportive, associazioni teatrali e religiose, di un’orchestra, un coro classico e uno gospel, una rivista letteraria e un sodalizio ufficiale di goliardi.

Come abbiamo detto, il capoluogo toscano gode di una fiorente vita culturale e le biblioteche di Pisa testimoniano questo fermento, siano esse civiche o universitarie. Il municipio gestisce direttamente due grandi collezioni, una Centrale e l’altra dedicata ai ragazzi,  e si è dotato di un’efficiente sistema di consultazione on line, in cui tra le altre cose è possibile seguire un percorso tutto dedicato al cibo. L’Università di Pisa, invece, dispone di un sistema bibliotecario d’ateneo organizzato per facoltà che può contare su più di un milione di volumi.

Ecco le università di Pisa: