Scarpe ecologiche

Donne, udite, udite. Se l’idea di un paio di scarpe eleganti e rigidamente tacco 10, comode e allo stesso tempo ecocompatibili, vi appariva come un sogno irrealizzabile, questa è la volta buona per ricredersi. Grazie al progetto Eco HT-Shoes, finanziato dalla Regione Toscana con 1.400.000 euro e finalizzato alla creazione di un nuovo marchio di calzature di alta qualità, il sogno diventa finalmente realtà.

Per rilanciare il settore calzaturiero toscano entra in gioco anche il dipartimento di Chimica e Chimica industriale dell’Università di Pisa che, grazie alla creazione di materiali trattati con nanotecnologie, ha partecipato alla realizzazione del nuovo brand di calzature. Facilmente adattabili alla postura e alla fisiologia di chi le mette ai piedi, questa scarpe sono state realizzate con processi produttivi ecosostenibili.

Guidata dalla professoressa Anna Raspolli, la squadra di ricerca dell’ateneo pisano si è dedicata allo studio di nuove metodologie per il trattamento dei materiali, con il duplice scopo di garantire sia l’alta qualità del prodotto che la sostenibilità del processo produttivo. “Questo progetto – ha spiegato la Raspolli – è stato per noi una vera sfida, che ci ha proiettato in un mondo diverso dai nostri abituali ambiti di ricerca, ma che ha permesso di trasferire le nostre competenze direttamente in un settore produttivo bisognoso di un forte rilancio”.

Coinvolti nel progetto anche l’Ars Lab della scuola Superiore Sant’Anna, per la parte ergonomica, e i Laboratori Archa di Pisa. Il nuovo prodotto, che vanta anche caratteristiche di antibattericità, antistaticità oltre che un’elevata resistenza all’invecchiamento, ha visto la luce grazie al lavoro svolto da una filiera localizzata nel comprensorio toscano del cuoio, nel Valdarno inferiore, e composta da due calzaturifici (Everyn di Montopoli Valdarno e Maruska), il suolificio Ars-Scuola, il tacchificio Giorgio e la conceria Artea.

La collezione nata da questo progetto, che comprende scarpe di ogni modello (dalla ballerina al vertiginoso tacco 12) verrà presentata il prossimo 4 marzo, in occasione del Micam 2012 di Milano. Continua, inoltre, l’impegno della città di Pisa nel tenersi al passo con i tempi, sfruttando al meglio innovazioni e utili iniziative. Tra queste, ad esempio, Pisa, città per gli studenti, che prevede un aumento esponenziale delle aree wi-fi in città.