universita pisa

Si prospettano interessanti novità per gli studenti del corso di laurea magistrale in Ingegneria gestionale dell’Università di Pisa. Si tratta della possibilità di conseguire una doppia laurea, una in Italia e una in Inghilterra. Questo grazie al raggiungimento di un accordo con l’ateneo di Cranfield, uno dei più famosi di tutta la Gran Bretagna. Un’opportunità da non perdere, che permetterà ai ragazzi selezionati di ampliare il proprio bagaglio culturale, attraverso “un’esperienza di studio all’estero, presso una prestigiosa università”.

In particolare, secondo questo accordo, chi dall’anno accademico 2011-2012 si immatricolerà al corso di laurea magistrale in Ingegneria Gestionale potrà, alla fine dei due anni accademici, conseguire sia il titolo italiano previsto dell’Università di Pisa, sia quello di Master of Science in Engineering and Management of Manufacturing Systems rilasciato dall’ateneo di Cranfield. Una vera e propria doppia laurea, da considerarsi come un “fiore all’occhiello per il corso di laurea in Ingegneria gestionale”, ma anche per tutta l’università pisana.

“Le selezioni degli studenti – spiega Gino Dini, presidente del consiglio del corso di laurea in Ingegneria gestionale dell’Università di Pisa – saranno a fine luglio e già sono arrivate delle richieste, mentre chi andrà a Cranfield comincerà l’anno accademico a ottobre”. Il primo anno gli studenti seguiranno le lezioni presso l’ateneo toscano, dopodiché potranno accedere al Master of Science in Gran Bretagna. In questa maniera, i ragazzi ammessi alla doppia laurea avranno la possibilità di sperimentare realtà e culture differenti, integrando le proprie conoscenze e competenze.

In base all’accordo, infine, l’accesso al corso sarà stabilito secondo due criteri ben precisi, ossia l’esito degli esami già sostenuti e la conoscenza della lingua inglese. Oltretutto, saranno ammessi solo 4 studenti l’anno. Una volta selezionati, tali ragazzi avranno la possibilità di frequentare e sostenere gli esami presso l’Università di Cranfield, oltre che lavorare a un progetto di gruppo, con la collaborazione di aziende inglesi, e a una tesi finale, da sviluppare individualmente.