secondo universita di padova mentolo aiuta a dimagrire

Il mentolo, noto a tutti per il suo grande potere rinfrescante, potrebbe rappresentare un nuovo strumento per la lotta contro l’obesità. Parola di uno studio tutto italiano, condotto da alcuni ricercatori del Dipartimento di Medicina dell’Università di Padova e da poco pubblicato sulla rivista inglese Molecular and Cellular Endocrinolog. Dalle analisi svolte si è scoperto, infatti, che questo composto – assai diffuso nell’industria alimentare, cosmetica e farmaceutica – funzionerebbe come una sorta di bruciagrassi, aiutando a dimagrire.

“Questa sostanza di derivazione vegetale e nota da migliaia di anni, stimola le cellule del tessuto adiposo bianco – spiega il dottor Marco Rossato della Clinica Medica 3 e coordinatore del team di ricercatori padovani - a consumare i grassi producendo calore“. Grazie alle proprietà del mentolo, infatti, il tessuto adiposo viene ingannato sulla reale temperatura esterna e si induce un accelerazione del metabolismo che fa dimagrire chi lotta da sempre con i chili di troppo. Lo studio italiano non ha fatto altro che individuare quei meccanismi molecolari che stanno alla base di questo processo di trasformazione.

Nel dettaglio, i ricercatori dell’Università di Padova hanno dimostrato come il tessuto adiposo bianco abbia dei sensori in grado di ‘sentire’ direttamente il freddo senza la mediazione del sistema nervoso. Questi sensori, attivabili dal mentolo e da altre molecole simili, sono in grado di aumentare il metabolismo del tessuto adiposo bianco, portando al consumo dei grassi depositati al suo interno e alla produzione di calore. Una scoperta molto importante, che potrebbe aprire nuovi orizzonti nella lotta contro l’obesità, una patologia associata a un alto rischio di sviluppo di altre malattie non meno gravi, quali diabete, alcuni tipi di neoplasie e problemi cardiovascolari.

Se da un lato si è scoperto che le proprietà del mentolo possono rappresentare un grande aiuto contro i chili di troppo, dall’altro lato uno studio americano - pubblicato su Trends in Endocrinology & Metabolism – rivela che un’esposizione regolare a temperature di freddo lieve potrebbe essere un altro modo alternativo per aiutare le persone in sovrappeso a dimagrire. Questo perché le temperature basse andrebbero influenzare in maniera significativa la quantità di energia che un individuo spende in generale. Stando a questa ricerca, quindi, case e uffici troppo caldi potrebbero in parte essere responsabili dell’aumento di peso di una persona.