universita di nicosia prima al mondo ad accettare pagamenti in bitcoin

Bitcoin diventa meno virtuale, per trasformarsi in una valuta quasi a tutti gli effetti. Addirittura c’è un ateneo – l’Università di Nicosia, a Cipro – che la accetterà per il pagamento delle rette: è la prima volta in assoluto al mondo che un fatto del genere accade. Pensare che fino a due anni addietro, quando il valore delle moneta virtuale era sceso a due dollari, tutti la davano per spacciata e ne avevano già annunciato la fine. Poi, un anno fa, la ripresa inattesa, e oggi sembra viaggiare oltre i 400 dollari, arrivando in certi casi perfino a quota 700.

Siamo consci – spiega Christos Vlachos, chief financial officer dell’Università di Nicosia, che offrirà anche un master in Digital currency – che la valuta digitale rappresenta uno sviluppo tecnico inevitabile, che porterà a una significativa innovazione dell’online commerce, dei sistemi finanziari, dei pagamenti e delle rimesse internazionali e influenzerà lo sviluppo economico globale”. Oltretutto, si confida nei vantaggi che il pagamento in bitcoin apporterà: “Le valute digitali – aggiunge Vlachos – creeranno servizi più efficienti e serviranno come meccanismo per diffondere i servizi finanziari nelle regioni del mondo meno economicamente sviluppate”.

Ecco, nel dettaglio, le agevolazioni che conseguono dal pagamento in bitcoin: innanzitutto, la moneta virtuale consente di facilitare le transazioni internazionali, bypassando banche e relative imposte. Inoltre, è meno suscettibile di inflazione, ciò grazie a un sistema di “produzione” di nuove monete altamente controllato. Per finire, tale tipo di valuta non è tracciabile. Detto ciò, è abbastanza facile comprendere perché sia conveniente adottare questo mezzo di pagamento.

Tuttavia, anche se l’Università di Nicosia sarà la prima ad accettare il bitcoin, affinché la criptovaluta si diffonda a livello mondiale, è necessario che prima si stabilizzi, raggiungendo un equilibrio sufficiente. Oltretutto, se da un lato questa esplosione di valore della moneta virtuale ha incentivato l’interesse degli investitori, dall’altro sta creando non pochi problemi a chi fino a qualche tempo fa utilizzava tale valuta per comprare articoli in Rete.