Macerata Loggia del Grano

Fondata nel 1290, l’Università di Macerata è una delle più antiche del Paese. Fatta eccezione per gli indirizzi più recenti le sedi delle varie facoltà sono dislocate per tutto il centro storico, spesso in prestigiosi edifici antichi: nel corso di sette secoli di storia comune, ateneo e città sono cresciuti insieme.

Con la sua offerta formativa prettamente umanistica, l’Università di Macerata copre tutto il ventaglio didattico:  a partire dall’originaria facoltà di giurisprudenza fino a lettere e filosofia, passando per lingue, scienze politiche e la gettonatissima scienze della comunicazione, senza dimenticare i beni culturali e gli studi di economia. Scienze della formazione, invece, costituisce una recente e apprezzata novità del ventaglio educativo dell’accademia. Sedi distaccate dell’Università di Macerata sono presenti a Fermo, Jesi, Civitanova Marche e Spinetoli.

Ma Università di Macerata significa anche formazione post laurea: oltre ai classici dottorati e master, vi sono anche corsi di perfezionamento e formazione, scuole di specializzazione ed esami di abilitazione professionale. Inoltre il CETRIL, Centro Tirocini e Rapporti con il Mondo del Lavoro, offre a laureati e laureandi servizi di job placement e orientamento al mondo delle professioni.

L’Università a Macerata è a “misura di studente”: sebbene 12 linee di autobus attraversino in lungo e in largo la città, la concentrazione dei plessi all’interno della cinta muraria interna permette ai frequentanti di spostarsi agevolmente a piedi da un’aula all’altra, mentre i fuori sede e i pendolari delle città vicine possono raggiungere il capoluogo via treno o con le corriere Contram, la cui rete capillare copre esaustivamente tutto l’hinterland marchigiano.

Risiedere, poi, non è un problema: l’Ersu gestisce 4 collegi, 3 residenze universitarie e 6 appartamenti per un totale di 402 posti letto. L’accesso alle sedi è naturalmente subordinato al conseguimento delle borse di studio, che l’Università di Macerata eroga per reddito ma anche per merito. Come nelle altre città universitarie, inoltre, esiste una radicata tradizione di stanze e alloggi in affitto per studenti, i cui avvisi ricoprono letteralmente le bacheche di facoltà.

Infine, l’Università di Macerata è dotata di un sistema bibliotecario d’ateneo (SBA) d’eccezione, che coordina le risorse di 11 biblioteche interdipartimentali e di dipartimento, 9 biblioteche d’istituto, 3 dei centri d’ateneo, una d’eccellenza e una digitale. Il mosaico delle biblioteche di Macerata è infine completato dalla statale cittadina e dall’antica biblioteca Mozzi Borgetti, una delle più grandi delle Marche.

Ecco le università di Macerata: