bici gratis per studenti

Andare in giro in bici non è mai stato tanto facile. Lo sanno bene gli studenti che partecipano al progetto “Adotta una bici – Cicloattivi Università”, organizzato dalla Regione Puglia in collaborazione con l’Università di Foggia. La scorsa settimana sono state presentate le prime straordinarie bici pieghevoli che potranno presto essere “adottate”.

Exhibit, questo il nome dell’appuntamento che ha riunito sindaco, ragazzi e associazioni studentesche, davanti alla villa comunale, in Piazza Cavour, e ha permesso ai giovani universitari di ammirare e conoscere l’utilizzo di queste bici, facili da chiudere e comodamente trasportabili anche in treni, bus urbani e interurbani. Lo scopo dell’iniziativa è quello di incentivare l’uso del mezzo a due ruote, promuovendo la mobilità sostenibile, ma anche una cultura incentrata su comportamenti e stili di vita orientati al rispetto del prossimo e alla salute dell’ambiente.

Per presentare la propria domanda, gli studenti hanno tempo fino al 10 febbraio. Al termine della procedura d’esame delle domande pervenute, si procederà all’assegnazione delle 143 bici riservate agli iscritti dell’ateneo di Foggia e agli studenti Erasmus, secondo dei criteri condivisi con il Consiglio studentesco e che tengono conto dei risultati negli studi e delle condizioni economiche di appartenenza del singolo studente. La distribuzione delle biciclette verrà gestita interamente dall’Area Affari Tecnici e Negoziati. L’iniziativa, ad ogni modo, non riguarda solo Foggia. “Cicloattivi Università”, infatti, coinvolge anche le sedi universitarie degli altri capoluoghi pugliesi: Bari, Taranto, Brindisi e Lecce.

Negli ultimi tempi, sono numerose le università italiane che, sempre con maggior frequenza, presentano progetti dedicati alla mobilità sostenibile e alla cura dell’ambiente. L’Università della Calabria (UniversityClub), ad esempio, ha presentato, lo scorso dicembre , il progetto “EduMobile”, iniziativa promossa da MoTech Onlus, patrocinata dai ministeri dell’Ambiente e della Gioventù e supportata da Bmw Italia. Obiettivo: formare una squadra di professionisti attenti all’ecosistema e ispirati dalle nuove tecnologie rispettose dell’ambiente, attraverso uno stage formativo e due borse di studio che la casa automobilistica ha deciso di donare agli atenei coinvolti nell’iniziativa.