universita' delaware vende energia eolica per finanziare dottorati

Esemplare iniziativa intrapresa dall’Università del Delaware, negli Stati Uniti, che per finanziare i dottorati di ricerca dei propri studenti più meritevoli vende l’energia eolica prodotta dalla sua unica turbina. Potrebbe essere un ottimo esempio da seguire per il mondo accademico del nostro Paese, dove – tra continui e pesanti tagli sia all’università sia alle energie rinnovabili – troppo spesso si preferisce fermarsi a lamentarsi, anziché rimboccarsi le maniche e trovare una vera soluzione per andare avanti.

Tutto ha avuto origine quando, nel 2007, i dirigenti dell’University of Delaware hanno deciso di farsi la propria turbina eolica non troppo distante dalle sedi in cui si svolgono le attività accademiche. Una volta realizzata, nel 2010, la pala – una sola, da 2 MW – è stata installata e allacciata alla rete elettrica ed ha potuto iniziare a produrre energia.

Nel giro di poco tempo, l’iniziativa dell’ateneo americano si è rivelata foriera di vantaggi non solo per l’ambiente, ma anche per i bilanci. Come tutti i titolari di impianti che producono energia rinnovabile in America, infatti, anche l’università ha avuto la possibilità di stipulare un accordo commerciale per la vendita dei crediti di carbonio derivanti dalla produzione dell’elettricità. E, proprio attraverso questi introiti, l’Università del Delaware riesce a finanziare i propri dottorati di ricerca.

A garantire i guadagni dell’ateneo c’è il fatto che la legge americana impone alle grandi aziende e alle amministrazioni pubbliche di coprire almeno in parte i propri consumi mediante il ricorso a energia proveniente da fonti rinnovabili. Grazie all’installazione e all’allacciamento alla rete elettrica della sua pala eolica, l’Università del Delaware è riuscita a ottemperare alla legge, ottenendo anche un ricavo dalla vendita dell’energia.

In particolare, l’ateneo vende i crediti derivanti dalla produzione di energia eolica alla municipalizzata locale dell’elettricità, ovvero la Delaware Municipal Electric Corporation (DEMEC). L’accordo sottoscritto qualche giorno fa prevede, per l’appunto, che i proventi derivanti dalla vendita dell’energia della turbinauniversitaria siano reinvestiti nelle attività della stessa università, per finanziare i dottorati di ricerca degli studenti più meritevoli. Più nel dettaglio, i soldi serviranno per pagare il dottorato a un neolaureato con tesi sull’energia eolica.