universita del saper fare roma

In una società “accelerata” come la nostra, caratterizzata dall’iperconsumo, l’Università del saper fare ha lo scopo di recuperare capacità e abilità perdute, che permettono di inquinare meno e risparmiare molto. Così, anche quest’anno, il Circolo della Decrescita felice di Roma ha dato inizio a una serie di corsi e laboratori – da dicembre fino a febbraio – in cui si ha la possibilità di riscoprire il gusto dell’auto-produzione di beni, avvalendosi della propria creatività e spesso di materiale da riciclare.

Tra i corsi offerti dall’Università del saper fare di Roma, il prossimo sarà il “Laboratorio di riciclo creativo: vecchi maglioni trasformati in regali natalizi”, in previsione per domani e in collaborazione con la Banca del Tempo – Portuense, durante il quale si potranno tramutare pullover infeltriti o ai nostri occhi non più utilizzabili in guanti, presine, borse e in quant’altro di carino si possa mettere sotto l’albero di Natale. Basta munirsi di fili di cotone e lana, aghi, ritagli di stoffa, squadre, bottoni, oltre che di vecchi maglioni, e il gioco è fatto! Il costo di partecipazione è di soli 3 euro. Per iscriversi basta compilare l’apposito form che si trova sul sito web http://www.unisf.it/.

Il calendario dell’Università del saper fare di Roma è ricco, però, anche di tanti altri appuntamenti. Saranno riproposti corsi storici, come quello per la panificazione naturale o il compostaggio domestico (trasformazione degli scarti alimentari in terriccio fertile), ma non mancheranno nemmeno le novità: verrà insegnato, ad esempio, come riparare una bicicletta o come fare il dado vegetale in casa. Si potrà imparare anche a costruire strumenti musicali utilizzando oggetti da riciclo oppure a produrre prodotti di uso quotidiano, come shampoo, detergenti, struccanti e tanto altro. Sono previsti perfino laboratori per il lavoro a maglia, per l’uncinetto creativo, per il cucito e il rammendo o per imparare a fare il formaggio in casa.

Prendere parte a questi corsi è molto semplice: circa due settimane prima del loro inizio sul sito web dell’università verrà pubblicato un articolo descrittivo, in fondo al quale sarà possibile trovare il link per iscriversi on line. Chi è iscritto alla newsletter, invece, riceverà direttamente nella propria casella di posta elettronica l’avviso riguardante l’inizio delle iscrizioni. Dopodiché, una volta segnalata la propria voglia di partecipare, si riceverà un’e-mail in cui sarà richiesto di confermare la propria presenza. La partecipazione alle attività dell’Università del saper fare di Roma è sempre gratuita, si chiede solo un contributo (di solito inferiore ai 5 euro), in modo da coprire le spese organizzative.