Roberto Benigni

Un concentrato di popolarità, successo mediatico, qualità e impegno civile. Ecco perché la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria ha deciso di conferire a Roberto Benigni la laurea honoris causa in Filologia moderna. Il rettore dell’Unical, Giovanni Latorre, ha accolto con entusiasmo l’iniziativa: “È una bella notizia, che interessa e coinvolge non solo la comunità universitaria di Arcavacata, ma l’intera Calabria”.

La decisione, assunta con voto unanime dal consiglio di facoltà, è stata introdotta dalle parole del preside Raffaele Perrelli, secondo il quale pochi personaggi della cultura e dello spettacolo raccolgono in sé le straordinarie doti dell’attore e regista toscano.

Trattandosi di una laurea in Lettere e Filosofia, il consiglio di facoltà e il preside Perrelli hanno poi incentrato la riflessione alla base della loro decisione sul piano “più propriamente letterario” dell’opera di studio e divulgazione che Benigni conduce ormai da anni con straordinario successo.

Il riferimento è ovviamente allo “sforzo profuso al servizio della Divina Commedia“, che grazie al suo impegno è stata letta e commentata in tante piazze e teatri italiani. Un modo per restituire visibilità a un’opera fondamentale nella storia della letteratura italiana e in un certo senso “costitutiva” della stessa identità nazionale.

L’Unical ha infatti riconosciuto a Roberto Benigni il merito di aver riacceso l’attenzione attorno al poema dantesco e di aver soprattutto avvicinato i più giovani al suo studio e alla sua conoscenza. proprio “in un momento in cui i classici hanno vita sempre più difficile nella scuola e nelle università”

Ma il riconoscimento è andato anche all’impegno civile di Benigni: il preside Perrelli ha tra l’altro rimarcato il valore della sua recente lettura del Risorgimento: “Senza enfasi e senza retorica, eppure con sano patriottismo, Benigni ha risposto ai tanti tentativi di revisionismo, conferendo peraltro il giusto valore al contributo determinante della letteratura al processo unitario”.

Il rettore dell’Unical ha poi spiegato che a breve partirà l’organizzazione dell’evento di conferimento della laurea al premio Oscar italiano. Sarà, assicura Latorre, “un grande evento culturale e di particolare rilievo accademico insieme ad uno dei maggiori artisti del nostro tempo”