corso sul gelato artigianale

Un corso sul gelato artigianale all’Università di Bologna? Incredibile ma vero! Un peccato di gola tutto da gustare ora diventa anche materia da studiare. Tra poco l’arte del cono diventerà una vera e propria materia di studio “accademico”. Il corso “Ciclo di produzione e norme igieniche del gelato artigianale” è organizzato dall’Alma Mater in collaborazione con Carpigiani Gelato University.

Questo nuovo corso di formazione permanente partirà a giugno prossimo e rappresenta un primato internazionale, promosso proprio nella stessa città che, nel lontano 1927 vide la nascita della prima macchina del gelato. Lo scopo è quello di formare un professionista nel settore dolciario e gelatiero, che acquisisca le necessarie conoscenze tecniche e pratiche nel campo della produzione igienica e del valore nutrizionale.

“Siamo orgogliosi di collaborare alla realizzazione di questo innovativo e pionieristico corso universitario” ha commentato Kaori Ito, direttrice di Carpigiani Gelato University, la scuola più famosa al mondo nel settore, la quale ha sottolineato come obiettivo primario dell’esperienza formativa sarà quella di trasferire le competenze sugli aspetti nutrizionali e qualitativi di questo prezioso elimento, in modo da creare competenze al passo con i tempi.

Il corso si articolerà in una parte teorica, tenuta presso il Polo di Rimini, e in una parte pratica, che culminerà in un vero e proprio stage, condotta dal maestro Roberto Lobrano, presso la sede di Anzola dell’Emilia, di Carpigiani Gelato University, dove, tra l’altro entro l’estate è prevista l’apertura di un Museo del Gelato.

Saranno 49 le ore di lezione complessive, per un totale di 7 crediti formativi, rilasciati insieme a un diploma ufficiale dell’Università di Bologna. Tra i docenti ci sono Giorgio Cantelli Forti, presidente del Polo Scientifico Didattico di Rimini e Silvana Hrelia, della Facoltà di Farmacia e Biochimica della nutrizione.

La professoressa Hrelia, che è anche il direttore del corso, ha precisato come “il gelato è un alimento particolarmente adatto ad essere funzionalizzato, essendo un ottimo carrier di ingriedenti ad alto valore aggiunto, quali i componenti nutraceutici”. Un alimento, quindi, che si presta benissimo “all’addizione di fibre, batteri probiotici e componenti antiossidanti”.

Universita.it aveva recentemente censito la Carpigiani Gelato University tra le “non università” che nel nostro Paese offrono opportunità di formazione “non accademica”. Chissà che questo corso di formazione sul gelato in partnership con l’Università di Bologna non sia un primo passo verso una laurea per gelatai doc.