itunes U bocconi

Da domani anche l’Università Bocconi di Milano sbarcherà su iTunes U, il canale dell’iTunes store della Apple dedicato all’e-learning e al podcasting dei contenuti universitari a cui finora hanno aderito, seppur timidamente, alcuni atenei italiani, e che ha raggiunto il record di download nei mesi estivi.

Andare incontro alle esigenze formative in mobilità degli studenti, e soprattutto adeguarsi agli innovativi device di fruizione dei contenuti multimediali sono i principali obiettivi della scelta della business school per eccellenza, che si adegua così ai sistemi universitari anglosassone, americano e australiano, più ricettivi in termine di innovazioni dei processi di insegnamento.

Adesso, dopo la Federico II di Napoli, l’Università di Trento e  di Modena e le applicazioni iphone e ipad lanciate dalla Kore di Enna, la Bocconi metterà a disposizione degli studenti oltre 120 contenuti audio e video, fra cui eventi, lezioni e ricerche che possono essere scaricati su computer, iPhone, iPod o iPad, attraverso iTunes U, un programma e una declinazione creata appositamente per le università, gli istituti di formazione e le scuole per mettere a disposizione podcast delle lezioni, file audio, videolezioni.

“I prodotti Apple sono sempre più spesso utilizzati come strumenti di studio e lavoro per via della flessibilità che consentono nell’utilizzo di contenuti audio e video”, ha spiegato Ferdinando Pennarola, delegato del rettore per il technology enhanced learning nella presentazione del progetto.