universita' americane esperimento lezioni al bar

Invece di stare chiusi in un’aula, circondati da quattro fredde mura, in due università americane – la Columbia University e la New York University - le lezioni universitarie ora si tengono al bar, seduti davanti un buon bicchiere di vino e con la musica di sottofondo. Si tratta del programma “Raising the Bar”, lanciato la settimana scorsa in ben 50 bar di Manhattan, grazie al quale i docenti di diverse facoltà dei due più importanti atenei della città di New York hanno potuto tenere una lezione serale.

Alla serata pilota di questo progetto hanno preso parte diversi professori illustri. Tra questi, ad esempio, lo psicologo Gary Marcus, che ha tematizzato il futuro del cervello umano, o il professore di Fisica quantistica Michel Tutu, che ha parlato del suo contributo alla scoperta della Particella di Dio al CERN di Ginevra. E ancora, il Premio Nobel Joseph Stieglitz, che ha parlato del suo libro The Price of Inequality. Grande anche il successo riscosso tra gli studenti, che comodamente seduti al bar hanno potuto assaporare un modo del tutto insolito di fare lezione. E la cosa sembra non averli affatto dispiaciuti.

Scopo di questo progetto, infatti, è rendere lo studio più divertente e sociale, riproponendolo in luoghi assolutamente inusuali, almeno rispetto a quanto è stato fatto finora, in una versione quasi bohemiène. D’altra parte, tradotto in italiano il nome “Raising the Bar” significa “alzare il livello”. E dal primo esperimento sembra proprio che l’obiettivo sia stato centrato: “Di certo è più divertente ascoltare come è stata calcolata la particella di Dio dopo una birra”, dichiara Andrew, studente alla Columbia, mentre Ying della New York University: “Devo dire che l’atmosfera era molto più rilassata che in classe, il che aiuta l’assimilazione della materia”.

Tenere lezioni al bar, in queste due università americane, è stato per il momento solo un esperimento e non risulta far parte del programma semestrale. Ma sulla scia del successo e dell’interesse generale riscossi, il comitato organizzativo ha intenzione in futuro di replicare l’esperienza. E chissà che questo non divenga un modo nuovo di fare lezione anche nel resto del territorio americano.