Unione degli Universitari

Anche l’Unione degli Universitari, si unisce al dramma degli studenti aquilani che hanno perso gran parte dell’ateneo abruzzese con il terremoto, con parole che esprimono speranza per una ripresa veloce dell’attività accademica.

Il terremoto infatti, ha provocato anche la perdita di moltissimi dati di ogni genere, soprattutto sulle carriere accademiche degli studenti. Di fatto dei 27.000 studenti aquilani mancano i dati relativi agli esami, alle tasse, alle borse di studio, alle immatricolazioni. Un dramma umano questo, secondo l’Unione degli Universitari, di dimensioni inimmaginabili per chi non lo ha vissuto.

Questa situazione dunque non deve portare alla perdita del centro universitario abruzzese. Le strutture universitarie aquilane invece devono tornare ad essere il luogo di formazione di alta qualità che fino ad oggi sono state. E ancora l’Udu dichiara che:

Riteniamo necessario un tavolo con tutte le componenti universitarie per definire soluzioni condivise che guardino alla tutela della tradizione universitaria aquilana e dei suoi studenti.

Ricordiamo che chi desidera dare un contributo per la popolazione abruzzese può scrivere per comunicare la propria disponibilità di alloggio a questo indirizzo email: organizzazione@udu.it.