Uk, docenti favorevoli al burka nelle universita

Gli studenti dovrebbero avere il diritto di indossare qualsiasi tipo di abbigliamento religioso, come il burqa, nei college e nelle università. Lo sostengono i docenti e ricercatori inglesi aderenti all’Ucu (University and College Union), che nel corso del loro congresso annuale hanno manifestato il proprio sostegno ai diritti per le persone di qualsiasi credo “a indossare ogni tipo di copricapo e indumento sia conforme alle loro religioni”.

Secondo il sindacato questo tipo di apertura è necessaria per incoraggiare la partecipazione agli studi accademici e all’alta formazione nelle minoranze etniche e in particolare tra le donne. I delegati hanno inoltre dibattuto un emendamento per condannare quello che definiscono “un preoccupante precedente“: il Burnley College, nel Lancashire, ha infatti proibito alle studentesse di indossare il velo per supposti motivi di sicurezza.

Il dibattito fa seguito anche alla decisione da parte del governo francese di bandire l’uso del velo dagli edifici pubblici – una iniziativa che secondo l’unione dei docenti inglesi è sintomo di una crescente islamofobia. Anche altre nazioni, come l’Austria, stanno prendendo in considerazione provvedimenti simili a quelli presi in Francia se il numero delle donne che indossano il velo dovesse crescere.

“Ognuno dovrebbe essere libero di indossare gli indumenti che preferisce per assecondare il proprio credo religioso” ha detto Alan Whitaker, presidente dell’Ucu. “Questo è sempre stato uno dei principi del sindacato, che ha una lunga storia ma che non per questo è può essere considerato antireligioso. Siamo a favore della libertà di ognuno di praticare la propri religione e di seguirne i costumi – e questo può includere anche il precetto di indossare un determinato tipo di abbigliamento”.

Un ulteriore documento, sottoposto dai docenti della London School of Economics, stabilisce che “uno dei più importanti fini dell’educazione è quello di combattere il pregiudizio“. Permettere a ognuno di indossare ciò che vuole e professare la propria fede va in questa direzione.