Tasse universitarie

Oltre 200 milioni di tasse non dovute. Il calcolo lo ha fatto l’Udu prendendo a riferimento le 33 università italiane che chiedono agli studenti un esborso di tasse superiore al tetto, fissato per legge, del 20 per cento del Fondo di finanziamento ordinario percepito. Secondo i dati Miur nel 2010 gli studenti hanno pagato 218 milioni “non dovuti” e la regione con il maggior tasso di atenei “fuorilegge” è la Lombardia, dove i milioni di euro “extra” incassati sono 82 e tutti gli atenei hanno superato il tetto del 20 per cento.

Un tesoretto, spiega il segretario dell’Udu Michele Orezzi, che che rischia di accrescersi nel 2011 fino a rendere “fuorilegge” oltre la metà degli atenei italiani. L’appello del sindacato studentesco ai rettori è a individuare il reale nocciolo della questione: non gli studenti che fanno ricorso contro lo sforamento del tetto, ma i tagli indiscriminati che hanno portato tanti atenei in condizioni economiche vicine al collasso.

L’Unione degli universitari chiama quindi a raccolta l’intero mondo accademico e invita i vertici degli atenei a unirsi alla battaglia che dal 2008 gli studenti conducono in nome di un’istruzione pubblica di qualità e accessibile a tutti.

L’invito ha l’obiettivo di scongiurare che le conseguenze di tagli e sentenze dei Tar seguite a ricorsi che si annunciano “a catena” ricadano sugli studenti in termini di servizi più scadenti. Per Orezzi è necessario fare unanimemente appello al nuovo governo e al ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca, Francesco Profumo, perché come risposta e reazione alla crisi diano impulso a una nuova stagione di investimenti su pubblica istruzione, ricerca e diritto allo studio.

GLI ATENEI FUORILEGGE
Somme incassate oltre il tetto del 20 per cento e percentuale di contribuzione in relazione al Fondo di finanziamento ordinario. Dati 2010

Urbino Carlo Bo 7.566.421,60 – 36,6
Bergamo 5.885.010,20 – 36,5
Venezia Ca’ Foscari 9.891.072,40 – 34,1
Milano Statale 32.187.788,60 – 31,7
Insubria (Varese) 4.084.888,60 – 30,4
Politecnico Milano 20.810.101,60 – 30,3
Milano Bicocca 11.219.138,00 – 30,1
Torino 21.132.786,80 – 28,4
Iuav (Ve) 2.333.540,60 – 27,6
Bologna 28.935.392,00 – 27,4
Modena e Reggio E. 5.940.094,40 – 26,4
Brescia 3.885.307,60 – 25,9
Verona 5.373.671,60 – 25,9
Padova 16.857.066,40 – 25,9
Parthenope (Na) 1.989.128,20 – 25,9
Ferrara 4.460.213,00 – 25,8
Roma Tre 4.326.521,60 – 23,6
D’Annunzio (Ch-Pe) 2.959.212,00 – 23,6
Udine 2.469.567,80 – 23,3
Pavia 4.076.518,80 – 23,2
Catania 5.345.654,20 – 22,9
Sannio (Bn) 554.466,80 – 22,8
Parma 3.094.207,60 – 22,4
Molise 685.567,20 – 22,4
Orientale (Na) 676.013,40 – 22,1
Pisa 4.179.362,20 – 22,0
Cassino 363.087,60 – 21,1
Genova 2.048.340,60 – 21,1
Politecnico Torino 1.107.362,20 – 20,9
Camerino 249.840,80 – 20,7
Federico II (Na) 2.494.069,60 – 20,7
Firenze 1.050.141,80 – 20,4
Perugia 259.236,80 – 20,2

Totale esubero tassazione: 218.490.792,60 euro