E’ stata una mattinata agitata quella di oggi all’Università di Torino quando gli studenti sotto la pioggia, sono arrivati di fronte a Palazzo Nuovo, sede delle facoltà umanistiche torinesi, e lo hanno trovato chiuso, per disposizione del Rettore Ezio Pelizzetti.

Nella mattina infatti era prevista una manifestazione degli studenti che aderiscono alla Rete contro il G8, che protesta contro il G8 University Summit, in programma a Torino da domenica a martedì. Già da alcuni giorni sono infatti partite le prime manifestazioni contro l’appuntamento del G8. Per questo il Rettore ha deciso di tenere chiusa l’università fino a martedì.

Studenti e professori si sono così trovati a bocca aperta di fronte all’impossibilità di accedere nei locali universitari. Molti di loro non hanno potuto sostenere gli esami in programma oltre ad altre attività, perchè non informati della chiusura dell’università.

Dunque al corteo degli studenti per la protesta contro il G8 University Summit, si sono aggiunti gli studenti rimasti fuori all’università perchè chiusa, che però sono poi riusciti ad entrare nei locali nel Rettorato di via Verdi, da un ingresso secondario.

Qui gli studenti avrebbero esposto all’interno del cortile, uno striscione con scritto “Il Rettore chiude l’Università, l’Onda se la riprenderà, il dissenso non chiude”. Intanto per oggi pomeriggio è prevista un’assemblea.