Studenti a test ammissione Cattolica

Traffico in tilt a Roma per la massiccia partecipazione ai test di ammissione al corso di laurea in Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica. Quasi 9.000 studenti hanno infatti raggiunto in mattinata l’Hotel Ergife, sulla via Aurelia, dove si svolgono le prove scritte per accedere il prossimo anno accademico all’ateneo del Sacro Cuore.

La cifra record di partecipanti alle selezioni, 5.215 donne e 3.029 maschi più altri 500 per Odontoiatria, ha creato un inatteso ingorgo di auto e mezzi pubblici impegnando per ore gli agenti della polizia d Roma Capitale. Oltre alle lunghe file di auto, sull’Aurelia si è creata anche una enorme fila indiana di aspiranti matricole e accompagnatori provenienti da tutte le regioni del Centro-sud: disagi e affollamenti si sono verificati anche sulle linee della metropolitana e sugli autobus.

Alcuni studenti hanno raccontato di aver lasciato l’auto sul Grande raccordo anulare, mentre altri hanno percorso a piedi il tratto da San Pietro impiegando più di un’ora. Sono molti gli studenti che per evitare di raggiungere in ritardo l’Ergife hanno preferito raggiungere a piedi la sede dei test di ammissione a Medicina organizzati in anticipo dalla Cattolica, che mai aveva registrato un numero tanto elevato di partecipanti. La decisione di spostare la prova all’Ergife, infatti, è stata assunta proprio nel momento in cui si è verificato l’elevata richiesta di partecipare ai pre-test.

Non è stato semplice, una volta iniziati i test, trovare la concentrazione per rispondere ai 120 quesiti a risposta multipla, incentrati soprattutto su logica, ragionamento spaziale visivo, comprensione brani, attenzione e precisione, ragionamento numerico, problem solving, lingua inglese.

Soltanto per 300 dei presenti, dopo il superamento anche di un colloquio orale (il 23 luglio per i 900 “classificati” dopo lo scritto), si apriranno le porte della facoltà di Medicina e Chirurgia dell’università Cattolica del Sacro Cuore, mentre per Odontoiatria saranno selezionati appena 25 delle 550 aspiranti matricole. Insomma, assieme al record dei partecipanti e al traffico di Roma in tilt questi test di ammissione si annunciano decisamente come una selezione dura.