Tag: neolaureati lavoro

dati eurostat lavoro laureati 2016

Eurostat: “In Italia a tre anni dalla laurea lavora solo 1 su 2”

La laurea dà una marcia in più nel trovare lavoro, tranne che in Italia. A segnalare il dato preoccupante sono le più recenti statistiche Eurostat, da cui si apprende che a tre anni dal conseguimento del titolo nel nostro Paese risulta occupato solo il 52,9 per cento dei laureati. Un tasso di gran... (continua...)
Rapporto AlmaLaurea neolaureati e mondo del lavoro 2015

Rapporto AlmaLaurea neolaureati e mondo del lavoro 2015: “Il vero plus sono le lingue e la motivazione”

Per trovare più facilmente il primo posto di lavoro occorrono motivazione e conoscenze linguistiche. Questo è quanto emerge dal Rapporto AlmaLaurea neolaureati e mondo del lavoro 2015, che ha raccolto i dati occupazionali relativi ai laureati entro il 2014 e ha intervistato i responsabili della selezione del personale di 256 aziende... (continua...)
fs lavoro ideale dei neolaureati 2015

Il lavoro ideale dei neolaureati? Un posto nelle Ferrovie dello Stato (FS)

Se potessero scegliere, i giovani "dottori" del nostro Paese vorrebbero entrare in Ferrovie dello Stato. Un posto in FS è risultato essere il lavoro ideale dei neolaureati italiani nella classifica Best Employer of Choice 2015, stilata da Cesop Communication. Da tredici anni a questa parte Cesop intervista... (continua...)
universita' del salento pubblica annuncio ricerca neolaureati per call center

Call center leccese cerca neolaureati: l’annuncio rilanciato sulla bacheca dell’Università del Salento

Quando un'azienda è alla ricerca di neolaureati da assumere è quasi ovvio che l'annuncio sia pubblicato anche sulla bacheca del locale ateneo. Ma se, come è avvenuto all'Università del Salento, l'offerta di lavoro proviene da un call center che ha bisogno di operatori telefonici, la cosa... (continua...)
studenti italiani migliori di francesi, tedeschi e svedesi

Studenti italiani più bravi di francesi, tedeschi e svedesi, ma trovano meno lavoro

Gli studenti italiani? Non sono poi così male, anzi, spesso sono migliori dei coetanei europei, eppure stentano a trovare lavoro. Stando ai dati Ocse sui giovani d'Europa, quelli francesi, tedeschi e svedesi dimostrano competenze pari o peggiori, ma 9 su 10 trovano lavoro a sei mesi dalla laurea. Perché, allora, da... (continua...)