Tag: mercato lavoro

laurea non serve a far soldi

La laurea non serve a far soldi, parola di premio Nobel

La laurea non serve a far soldi. I guadagni non dipendono dalla presenza o assenza di determinate competenze, ma solo ed esclusivamente dal livello di potere garantito dalla posizione che si occupa. Se a sostenere questa tesi è un premio Nobel per l'Economia come Paul Krugman, bisogna per lo meno fermarsi un momento... (continua...)
Indagine Obiettivo lavoro sulle professioni più richieste 2015

Le professioni più richieste? Quelle legate al commercio. Molto ambiti anche i tecnici e gli informatici

I profili professionali attualmente più ricercati sono quelli legati al commercio. A dirlo è l'indagine Obiettivo Lavoro sulle professioni più richieste 2015. A seguire, sono molto gettonati i tecnici e gli informatici, mentre i contratti più diffusi sono ancora quelli temporanei e le collaborazioni. Al contempo, nelle imprese è... (continua...)
Rapporto Isfol sul mercato del lavoro 2014

Rapporto Isfol sul mercato del lavoro 2014: “Per il 74 per cento dei giovani dopo lo studio non c’è un impiego”

In Italia è difficilissima la transizione dai banchi di scuola e università a un impiego e per la maggioranza dei ragazzi dopo il diploma o la laurea c'è solo la disoccupazione. Il rapporto Isfol sul mercato del lavoro 2014 mostra che solo il 26 per cento ce la fa a passare rapidamente dallo studio a una professione... (continua...)
classifica Censis per l'area di Farmacia 2016

L’industria farmaceutica non soffre la crisi come gli altri settori: ecco i profili più ricercati oggi

Venditori specializzati ed esperti in farmacosorveglianza, oltre che nei settori regolatorio e della qualità. Questi i profili, per il momento, più ricercati dall'industria farmaceutica, una delle poche a non subire così tanto gli effetti deleteri della crisi economica che da qualche anno a questa... (continua...)
conseguenze riforma fornero mercato del lavoro

Da precari a disoccupati: le conseguenze della riforma Fornero sul mercato del lavoro

A nove mesi dall'entrata in vigore della riforma Fornero la condizione lavorativa dei giovani precari risulta peggiorata. Nonostante l'intento nobile del ministro del Welfare fosse quello di instaurare rapporti di lavoro più stabili, le aspettative sembrano ampiamente disattese. Finora infatti solo una piccola percentuale... (continua...)