Tag: indagine

rapporto AlmaDiploma 2016

Rapporto AlmaDiploma 2016: quasi un giovane su due è pentito della scuola superiore scelta

Se c'è un problema serio che all'Italia converrebbe affrontare di petto per quanto riguarda il mondo della formazione, è sicuramente quello dell'orientamento. O, per meglio dire, del "dis-orientamento", come lo definisce il rapporto AlmaDiploma 2016, dal quale emerge un dato che la dice lunga sull'inefficacia... (continua...)
Job Pricing University Report 2016

Laurea, per recuperare l’investimento servono da 11 a 20 anni

Studiare è un buon investimento, anche se la laurea ripaga solo nel lungo periodo. Secondo il Job Pricing University Report 2016 , analisi condotta dell'Osservatorio di Job Pricing sulla base dei dati retributivi raccolti attraverso sondaggi online, indagini tradizionali, database, annunci... (continua...)
mondo del lavoro

Indagine Gruppo Sanpellegrino: “Per un giovane su due l’università non prepara al mondo del lavoro”

L'università non dà una preparazione adeguata per l'accesso al mondo del lavoro. O, per lo meno, questo è ciò che pensa il 46,5 per cento degli studenti e dei laureati intervistati dal Gruppo Sanpellegrino nell'ambito di un'indagine promossa in occasione del III Premio di laurea... (continua...)
Annuario ISTAT 2016

I miliardari non sono laureati. Un quarto dei più ricchi al mondo non ha finito l’università

Studiare è importante, ma non è indispensabile per arricchirsi. Sembra voler dire questo l'indagine svolta dal Finacial Times, il prestigioso giornale economico-finanziario britannico, da cui è emerso che uno su quattro tra i miliardari mondiali non è laureato. Per la precisione, anzi,... (continua...)
studenti italiani hanno scarse competenze digitali

University2Business: “Studenti italiani bocciati in competenze digitali”

University2Business (U2B) boccia le competenze digitali dei giovani italiani. La società del Gruppo Digital 360 ha condotto un'indagine dal titolo "Il futuro è oggi: sei pronto?" dalla quale emerge che quando si tratta di usarli in ambito lavorativo Twitter, Facebook e Instagram diventano degli sconosciuti... (continua...)