Si chiama "Sindrome da lavoro precario" e colpisce coloro che non hanno un impiego stabile e duraturo. La sindrome, così descritta dagli psicologi, comprende una serie di disturbi mentali e fisici come gastrite, colite, dermatite, insonnia, tachicardia, attacchi di panico, ansia e sensazione persistente di inadeguatezza... (continua...)