L'ondata di scontri violenti e rivolte per la libertà, l'indipendenza e le riforme messe in atto prima da Tunisia, poi dall'Egitto e in queste ore dalla Libia, vede nell'Algeria un'altra valvola di sfogo. Ad Algeri si concentrano infatti da giorni centinaia di manifestanti in tutto il Paese per chiedere riforme, e in prima fila a combattere... (continua...)