abu dhabi university

abu dhabi university

L’Università di Abu Dhabi, tra le più prestigiose tra gli Emirati Arabi, ha espulso 126 dei suoi studenti che non corrispondevano agli standard formativi e qualitativi dell’ateneo, e non avranno altre possibilità di proseguire gli studi nella stessa università in cui si erano scritti nel 2003. Dopo il terzo avvertimento infatti, come spiegano gli amministratori, gli studenti non sono più in diritto di usufruire di una struttura accademica che “deve mantenere alti livelli di qualità”.

A ricevere la notizia sono stati 64 studenti e 64 studentesse, come riportano i Responsabili del provvedimento, a seguito di numerosi interventi condotti in loro favore per consentirgli un recupero nei voti e nel rendimento, che non sarebbero stati accolti dagli stessi studenti come avrebbero dovuto.

Nell’ateneo di Abu Dhabi, la prassi prevede che un primo campanello di allarme consente agli studenti di usufruire di ore di studio e di lezioni aggiuntive rispetto agli altri, per migliorare le proprie performance e raggiungere un punteggio di 2.0. Se non si ottiene questo risultato, segue allora un secondo “richiamo”.

Se neanche questa seconda fase servisse per migliorare i voti, allora gli studenti devono ripetere da capo alcuni corsi, a seguito dei quali, se non si dovesse superare l’esame finale, non resta che essere espulsi prematuramente dall’ateneo, senza nessuna qualifica rilasciata.