studenti-britannici-poker-costi-college

studenti-britannici-poker-costi-college

Si diffonde a macchia d’olio e in modo preoccupate il gioco d’azzardo tra gli studenti universitari del Regno Unito: secondo una ricerca di GamCare, l’associazione europea che tutela i giocatori d’azzardo, è presente ovunque l’abitudine per gli studenti di ricorrere al poker online per potersi permettere di pagare la retta del college, con il risultato che molto spesso si indebitano.

Secondo GamCare, infatti, soprattutto le matricole, lontane da casa per la prima volta sono sempre più tentate di entrare e giocare in siti che offrono gambling online.

Rimanendo imbrogliati, perchè non hanno le competenze finanziarie necessarie per farlo, come i propri colleghi che studiano matematica.

“Stiamo raccogliendo sempre più testimonianze tra gli studenti – ha spiegato Andy McLellan, direttore esecutivo di GamCare – molti di loro si sono indebitati e mi chiedono come uscirne. Vedono gli studenti di matematica in grado di comprendere i rischi e credono di poterlo fare anche loro“.

Uno studio americano condotto tra studenti universitari statunitensi ha fotografato gli stessi problemi: debiti legati al gioco d’azzardo interessano il 7,8% degli studenti.

Uno studente è stato segnalato per avere accumulato un debito di 30 mila dollari. Ci sono state molte proposte per avviare una campagna contro quella che è stata chiamata una dipendenza “silenziosa” paragonabile a problemi di droga e alcol