storia MUN

Il MUN (Model of United Nations) è una simulazione ONU che dà l’opportunità agli studenti di tutto il mondo di affacciarsi da protagonisti al mondo delle organizzazioni internazionali. Anche se in Italia sono approdati solo di recente, la storia dei MUN è molto antica.

Le prime esperienze di questo tipo, risalgono addirittura agli anni ’20, molto prima dunque della nascita dell’ONU, avvenuta nel 1945.

La storia del MUN parte, infatti, dagli Stati Uniti, dove un gruppo di studenti nel 1923, partecipano per la prima volta ad una simulazione della Società delle Nazioni. E’ con questa formula che sono nati i MUN più longevi: il National Model of United Nations di New York, a livello universitario, e l’Harvard Model of United Nation, a cui partecipano studenti di scuola superiore.

Solo dopo la fondazione delle Nazioni Unite, le simulazioni hanno assunto la forma con cui oggi le conosciamo. Da allora, la storia del MUN si è arricchita di importanti esperienze in ogni parte del mondo rivolte sia agli universitari che a coloro che devono ancora raggiungere il diploma. Il numero dei partecipanti è variabile a seconda dei paesi e va da 70 fino anche a migliaia di studenti iscritti, nei MUN più prestigiosi. La lingua ufficiale dell’assemblea è, nella maggior parte dei casi, l’inglese anche per agevolare la comunicazione tra gli studenti provenienti da diverse parti del mondo, ma non mancano piccole realtà in cui viene parlata la lingua locale.

Le simulazioni ONU, dunque, sono molte e diverse ma hanno tutte la stessa finalità che fa sì che ogni anno un numero sempre maggiore di studenti scelga di partecipare al MUN: permettere agli studenti di entrare, seppure per gioco, nel mondo dei “grandi”, esprimere la loro opinione sui grandi temi del pianeta, discutere in maniera diplomatica e propositiva con i “colleghi” di paesi diversi. E, cosa ancora più importante, di fare un’esperienza unica e indimenticabile che possa aprire nuovi orizzonti e, perché no, avviare ad una promettente carriera internazionale.