logo-universita-pisa

logo-universita-pisa

Cresce il numero dei laureati nell’ateneo di Pisa: secondo i dati dell’indagine Stella condotta su 9 atenei italiani a Pisa, nell’anno solare 2007 preso in esame i laureati sono stati 4770 laureati rispetto ai 4229 dell’anno precedente, con un incremento del 12,7%.

I dati, emersi dal convegno sull’inserimento nel mondo del lavoro dei neolaureati in corso all’ateneo pisano, spiegano come i laureati triennali che entrano nel mondo del lavoro sono il 27,6%, mentre salgono al 59,9% la quota di coloro che scelgono di proseguire gli studi.

La situazione per gruppo disciplinare evidenzia, tuttavia, condizioni molto eterogenee. I gruppi come Ingegneria (87,5%), il Geo-Biologico (82,1%) e quello Giuridico (75,1%) hanno una percentuale molto elevata di coloro che scelgono di proseguire gli studi, mentre la percentuale di occupati è molto elevata per i laureati triennali del gruppo medico (81,4%), in cui solo il 3,7% compie questa scelta.

“Tale risultato – si legge nell’indagine Stella – scaturisce in maniera evidente dal carattere professionalizzante dei corsi triennali del gruppo Medico e da un tipo di offerta occupazionale che si traduce in un massiccio inserimento nel mercato del lavoro da parte dei laureati di questo settore.

Tra i laureati della specialistica la percentuale di coloro che entrano nel mondo del lavoro è pari complessivamente al 63%. Si registra una lieve flessione rispetto all’anno precedente che può essere messa in relazione con la crisi del mercato del lavoro che ha cominciato a manifestarsi a partire dal secondo semestre dell’anno, mentre per coloro che hanno scelto la laurea di ciclo unico si nota che, a livello di ateneo, poco più della metà di questi ha un’occupazione (il 53,1%); quota che aumenta al 76,2% per coloro che appartengono al gruppo Chimico- Farmaceutico.

Interessante infine notare che il 29,6% dei laureati del gruppo medico sceglie di proseguire gli studi con un’ulteriore specializzazione.