scoperto traffico lauree false odontoiatria macedonia

Lauree false in Odontoiatria vendute al prezzo di 25mila euro ciascuna. I titoli di studio contraffatti recavano l’intestazione dell’Università statale di Tetovo, in Macedonia, e raggiungevano l’Italia. Il traffico è stato scoperto dalla polizia macedone ed è subito balzato agli onori delle cronache del Paese balcanico.

Il responsabile della realizzazione e della vendita dei titoli falsi – di cui è stata prontamente informata anche la polizia italiana – era un trentenne macedone, che è stato arrestato. Nel corso della perquisizione nell’abitazione del fermato è stato scoperto un autentico laboratorio in cui erano stampati i diplomi di laurea contraffatti, insieme a una lista di nominativi che si presume fossero quelli dei suoi clienti.

Stando a quanto riportato dai media locali, pare che i titoli di studio contraffatti potessero essere considerati validi anche in Croazia e sembra anche che, oltre alle false lauree in Odontoiatria, il trentenne macedone trafficasse certificati fasulli di abilitazione all’esercizio della professione di dentista.

Il traffico di lauree false tra la Macedonia e l’Italia è stato scoperto a seguito della denuncia di un notaio. I diplomi, infatti, erano prima fatti tradurre da un traduttore giurato e poi inviati a un notaio per l’autenticazione. Quest’ultimo, però, ha iniziato ad avere dei sospetti circa la regolarità delle lauree e ne ha informato la polizia. Sembra che sei diplomi di laurea in Odontoiatria siano comunque stati autenticati, e potrebbero aver raggiunto l’Italia, mentre altri sedici sono stati bloccati dalle autorità macedoni.

Il commercio di titoli di studio contraffatti si dimostra ancora una volta florido, in particolare per quanto riguarda quelle lauree (Odontoiatria, Medicina, ecc.) che aprono le porte ad alcune delle professioni considerate più lucrative e appetibili, e per le quali sono previsti rigidi criteri di selezione, che privano molti degli aspirati della possibilità di accedere al proprio lavoro dei sogni.

Molti di quelli che non riescono a superare i test di ammissione a Medicina e Odontoiatria prendono la strada dell’estero. Tanti, va detto, sono in buona fede e si iscrivono agli atenei rumeni, albanesi e spagnoli per prendere la laurea come normali studenti, con la speranza che il titolo di studio possa essere poi riconosciuto in Italia. Altri, però, consapevoli di ‘non avere i numeri’ per diventare medico o dentista, scelgono la via più breve, quella dell’illegalità, a danno dei propri futuri pazienti.