scontri torino fuan universita

Dopo la bagarre di scontri e violenza tra gli studenti dei Collettivi autonomi e quelli del Fuan all’Università di Torino, il rappresentante del Governo nel Consiglio di amministrazione di ateneo è intervenuto per difendere gli studenti del Fuan.

Carlo Majorino, avvocato torinese figlio di uno storico esponente di AN e consigliere del medesimo partito presso il Comune di Gassino, ha richiesto alle autorità universitarie di intervenire urgentemente perché si possa superare la storica opposizione tra le due fazioni studentesche.

Sostenendo il Rettore Ezio Pellizzetti – il quale aveva dichiarato di sentirsi “smarrito” circa le possibili soluzioni del problema – Majorino ha annunciato che “di fronte a questa situazione corre l’obbligo da parte di tutte le componenti dell’ateneo, di intervenire”.

La proposta di Majorino è di garantire agli studenti del Fuan il diritto di accesso e propaganda politica all’interno dell’Università.
“Esprimo un parere personale”, ha confessato, “ma sento di poter interpretare il pensiero del Governo con questo intervento deciso a garanzia del rispetto delle regole democratiche in ateneo”.