esami sospesi sciopero docenti sapienza

esami sospesi sciopero docenti sapienza

Non più solo i ricercatori, ora anche i docenti universitari decidono di protestare contro il ddl università e la manovra finanziaria intraprendendo azioni forti di sciopero. Succede alla Sapienza di Roma, dove ieri il Consiglio di facoltà di Lettere e Filosofia si è concluso con una decisione unanime: i prof. si fermano dal primo luglio, quindi niente più esami per la sessione estiva.

Le lauree invece, per ora non si toccano. Avrebbe significato andare a intaccare eccessivamente i diritti degli studenti e far pagare a loro tutto il peso della crisi in corso.

A rendere nota la questione è stato il giornale di Lettere e filosofia della Sapienza, che ha diffuso un resoconto della riunione del consiglio di facoltà di ieri.

Al centro della protesta ci sarebbero ancora la riforma e i tagli ai fondi per l’Università e la Ricerca. L’intento dello sciopero del corpo docenti è quello di avere un alto impatto mediatico in modo da indurre il governo a fare un passo indietro sulla questione delle risorse, essendo vicino il giorno in cui sarà discusso il maxi-emendamento alla manovra finanziaria.

Il caso della Sapienza non è il primo né l’unico di protesta del corpo docenti negli atenei italiani. Lo sciopero dei docenti con conseguente blocco di esami e lauree c’è infatti già stato alla facoltà di Ingegneria di Cassino, e alla facoltà di Ingegneria della Seconda Università di Napoli.