scienze motorie classifica facoltà censis 2010

scienze motorie classifica facoltà censis 2010

Il massimo per chi vuole iscriversi alla facoltà di Scienze motorie sono il Foro Italico di Roma e l’Università di Verona che arrivano prime a pari merito nella classifica delle facoltà di Censis e Repubblica 2010. Il Foro Italico già primo lo scorso anno, quest’anno fa spazio all’ateneo veneto che nel 2009 era arrivato secondo. 110 alla didattica e ai rapporti internazionali per il Foro Italico, 106 e 100 alla produttività e all’internazionalizzazione della facoltà di Verona. Queste le pagelle del Censis che al terzo posto piazza la facoltà di Scienze motorie della Statale di Milano, che rispetto al 2009 avanza di ben tre posti.

Quarta e quinta classificata le facoltà dell’Università di Bologna e Urbino con 95,3 e 95 punti. Ma se Bologna riconferma la posizione della classifica 2009, lo stesso non vale per Urbino che avanza di due postazioni.

A seguire nella classifica delle facoltà di Scienze motorie Censis: Chieti, Cassino, Napoli Parthenope e Palermo, che occupano gli ultimi posti del ranking italiano annuale.

L’identikit del laureato in Scienze motorie. Gli studenti iscritti alle facoltà di Scienze motorie sono soprattutto maschi (più del 56 per cento) secondo i dati di Almalaurea sul profilo dei laureati 2009. Si tratta soprattutto di diplomati presso licei scientifici (37,4 per cento) e tecnici (37,7 per cento). Al di là di quello che si potrebbe pensare, gli studenti fuori corso sono tanti (un po’ meno del 70 per cento) e che non riescono quindi a dare in tempo gli esami.

Sbocchi lavorativi. La laurea in Scienze motorie non è tra le più richieste dalle aziende, anche perché è una laurea altamente professionalizzante che forma figure specifiche che in questo caso operano esclusivamente nel settore delle attività motorie e sportive. Insegnamento, consulenza e assistenza in centri, associazioni e scuole rappresentano le posizioni più diffuse che un laureato in Scienze motorie può ricoprire.