classifica censis 2012 facoltà scienze matematiche, fisiche e naturali

Le migliori facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali sono quelle delle università di Padova e Trieste: lo rivela la classifica Censis-Repubblica del 2012, che ha attribuito ai due atenei un punteggio uguale, pari a 104. In particolare l’Università di Padova spicca per produttività (109 punti), didattica (108), rapporti internazionali (106), mentre un po’ meno eccellenti sono i risultati nell’ambito della ricerca (93 punti). Per quanto riguarda l’Università di Trieste, invece, si registrano picchi in didattica (107) e rapporti internazionali (105), nonché risultati molto buoni in ricerca (103) e produttività (101).

Al secondo e terzo posto troviamo l’Università di Pavia – arretrata di una posizione rispetto al 2011 – e quella di Milano-Bicocca – salita invece al 3° posto rispetto al 4° dell’anno scorso – con punteggi medi rispettivi di 99,8 e 95,8.

A seguire, nella classifica Censis 2012 delle facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali ci sono la “Statale” di Milano, le università di Perugia, Genova, Bologna, Modena e Reggio Emilia, l’Università di Roma Tor Vergata, l’Università di Camerino, quelle di Siena, Firenze, Torino, Parma, Pisa, Urbino, Ferrara, La Sapienza di Roma e l’Università dell’Insubria. Punteggi medi sono stati ottenuti dall’Università di Cagliari, dall’Università della Calabria, da quelle di Catania e di Salerno e dalla Federico II di Napoli.

Ultime classificate sono state l’Università di Bari, quella di Messina e quella di Palermo.

Identikit del laureato in Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali. Secondo l’indagine Almalaurea condotta sui laureati triennali del 2011, si registra una buona compresenza di studenti maschi e femmine (maschi: 48 per cento; femmine: 52 per cento), provenienti soprattutto da studi scientifici (57,4 per cento), o tecnici (21,6 per cento), che sostengono gli esami in tempo (per il 32 per cento), anche se molti sono gli iscritti fuori corso (il 42 per cento circa).

Sbocchi professionali. Data la grande varietà dei corsi di laurea offerti dalla facoltà, numerose sono le prospettive occupazionali, dall’insegnamento, alla ricerca scientifica, dall’impiego come biologo, fisico, chimico, matematico o geologo all’interno di aziende pubbliche o private, alla possibilità di intraprendere una carriera consulenziale.