Test ammissione Veterinaria

La crescita degli allevamenti di suini e le fusa del gatto: sono alcune delle domande (di logica) presenti nel test di ammissione di quest’anno ai corsi di laurea in Medicina veterinaria, che si sono svolti il 6 settembre. Ora i risultati della prova sono consultabili on line sul sito dedicato all’accesso programmato.

Come per i quesiti proposti ai test di ammissione in Medicina e Odontoiatria e in Architettura, anche in questo caso le risposte esatte sono quelle elencate per prime sotto la domanda, dal momento che non c’era una sequenza unica per tutti i candidati.

Anche gli studenti che hanno affrontato il test di ammissione in Veterinaria potranno trovare on line (effettuando il login con la password che hanno ricevuto il giorno della prova) la scansione del loro elaborato, in modo da poter verificare di persona come hanno risposto alle 80 domande previste dalla selezione. Le graduatorie si possono trovare sui siti internet dei rispettivi atenei dove si è svolta la prova.

Per questo corso di laurea la sperimentazione avviata dal Miur prevede due casi di “sedi aggregate“, quelle per intenderci con una graduatoria unica per più atenei: si tratta da un lato delle Università di Bologna, Milano, Parma e Padova, dall’altro delle Università di Teramo e di Camerino.

Le aspiranti matricole che hanno partecipato al test di ammissione dovranno esprimere on line entro il 19 settembre il loro ordine di preferenza tra i diversi atenei facenti parte delle sedi aggregate, e poi seguire la procedura per l’immatricolazione in base al loro piazzamento in graduatoria, tenendo presente che l’eventuale mancata immatricolazione nei termini previsti equivale a una rinuncia ad essa e fa decadere dal diritto di iscriversi al corso di laurea per il quale si è effettuato (e superato) il test di ammissione.