risultati elezioni cnsu 2013

I risultati delle elezioni 2013 per il rinnovo del Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari (CNSU) incoronano le liste di centro-sinistra, ma ancora una volta a uscire vincitrice è l’astensione. Le operazioni di voto per l’elezione dei nuovi membri dell’organo consultivo degli studenti si sono tenute nelle giornate del 21 e 22 Maggio scorsi in tutti gli atenei italiani, facendo registrare un’affluenza ovunque scarsa, come è ormai tradizione da parecchi anni.

Il verdetto delle urne è stato nettamente a favore del centro-sinistra: l’alleanza tra l’Unione degli universitari (Udu) e la Rete Universitaria Nazionale (Run) (diretta espressione del Partito Democratico) ha trionfato, assicurandosi 9 seggi su 28. Il coordinatore nazionale dell’Udu, Michele Orezzi, si è detto soddisfatto del risultato ottenuto, sottolineando che “la quotidiana presenza al fianco degli studenti da più di 18 anni ha premiato le liste del centro-sinistra”, nonostante la bassa affluenza dovuta “alle infauste scelte di Profumo sulla data delle elezioni”, che secondo Orezzi ha favorito le liste di destra.

Quanto agli altri contendenti, le elezioni 2013 per il rinnovo del CNSU hanno fatto registrare una non esaltante performance del Coordinamento delle Liste per il Diritto allo Studio (legato a Comunione e Liberazione), che ha ottenuto 5 seggi. Nel commentare i risultati elettorali, anche il presidente del coordinamento, Andrea Oggioni, se l’è presa con la decisione di fissare la data delle consultazioni in un periodo in cui gli atenei sono quasi vuoti a causa della sessione di esami e si è lamentato inoltre della drastica diminuzione del numero delle postazioni elettorali negli atenei nei quali non vi erano le elezioni locali.

Ottima affermazione invece per Link – Coordinamento universitario, sindacato nato in seno al movimento studentesco dell’Onda (che raccoglie anche dissidenti dell’Udu), che è riuscito a conquistare 4 seggi nonostante non sia radicato in tutta Italia e partecipasse per la prima volta alle elezioni per il rinnovo del CNSU. Stesso numero di seggi per Azione Universitaria, lista di destra che ha raccolto il maggior numero di voti alla Luiss e alla Lumsa, i due grandi atenei privati romani.

Studenti per le libertà, invece, si ferma a due seggi. Medesimo risultato anche per UniLab, lista radicata principalmente nel Nord-Ovest e legata della Bocconi. I risultati delle elezioni 2013 per il rinnovo del CNSU assegnano un seggio a testa anche alla Run, che al Sud si era presentata da sola, e alla Confederazione degli Studenti. Lunedì, infine, si conoscerà il nome del rappresentante dei dottorandi che siederà nel nuovo CNSU. In pole position, secondo le indiscrezioni, c’è Giuseppe Montalbano, esponente dell’Associazione dottorandi italiani (ADI).