scoperta dei ricercatori italiani contro il diabete

scoperta dei ricercatori italiani contro il diabete

Un gruppo di giovaniricercatori italiani ha trovato il “pulsante” molecolare da disattivare per combattere il diabete. La scoperta è stata appena pubblicata su una prestigiosa rivista americana “Proceedings of the National Academy of Sciences” (Pnas) ed è frutto del lavoro della squadra dell’Università Cattolica di Roma.

La ricerca, sostenuta finanziariamente dalla European Association for the Study of Diabetes (EASD), rappresenta un importante passo in avanti per la scoperta del legame complesso tra invecchiamento e metabolismo. Gli studiosi hanno infatti scoperto un gene dell’invecchiamento che “codifica” per la proteina P66, la quale a sua volta è stata scoperta diversi anni fa, sempre da scienziati italiani.

Questo “interruttore” infatti consentirebbe, almeno nelle cavie su cui sono state avviate per ora le sperimentazioni (topi), di contrastare la comparsa del diabete, una malattia piuttosto grave causata soprattutto da stili di vita sedentari e alimentazione. Tale scoperta, qualora venisse riportata sull’uomo, sarebbe infatti una vera rivoluzione, in quanto consentirebbe, a prescindere dal proprio stile di vita, di allontanare una patologia che solo in Italia colpisce più di 3 milioni di persone.